POMEZIA, CALCIO: CADE IL TORVAIANICA CAPOLISTA IN PRIMA CATEGORIA, COL MONTELLO E’ 4-1

Il Torvaianica di mister Salotti anzi, ha dalla sua lo scontro diretto vinto in esterna contro il Colosseum di Bellei. La sconfitta, dunque, lancia pochi allarmi: anche perché il Montello ben costruito, messo in campo e coriaceo sul campo amico ha dimostrato di trovarsi fin troppo indietro in classifica per quelli che sono i suoi valori assoluti. Del resto, il Torvaianica vanta numeri ’monstre’: in 12 mesi sono arrivate solo tre sconfitte, e il trend interrotto (22 risultati utili, di cui 21 vittorie e 1 pari) la dice lunga sulla linearità della prima delle classe. La domenica dello Zonzin però è complicata e lo si evince da subito, tra espulsioni e gol presi come non mai dal Torvaianica. A 10’ dall’inizio dei giochi, Lubirati inaugura la sua grande domenica e sblocca il match fissando il punteggio sull’1-0 per i ragazzi del Borgo. Coach Campo chiama i suoi all’attenzione minuziosa, Salotti sprona il gruppo dei primatisti e al ventesimo arriva il pari: dagli undici metri Celiani non sbaglia, capitalizzando il penalty concesso dal signor Ferrera di Frosinone. Al 5’ dal ritorno in campo Lubirati trova il bis e la doppietta personale. I borghigiani allungano nel punteggio con Lubirati: al minuto settantuno fissa il punteggio sul 3-1, mettendola di fatto in ghiaccio. Infine Arru, allo scadere, chiude definitivamente i giochi: è 4-1 per i padroni di casa. Nel mezzo, incidono molto le espulsioni di giornata: a metà ripresa Seferi lascia i suoi con l’uomo in meno per doppia ammonizione, imitato poi ad un quarto dalla fine da Colonnelli: doppio giallo anche per lui. Lubirati, poi, fa lo stesso a 7 minuti dal gong, anticipando tutti negli spogliatoi. Non proprio il miglior modo per concludere la giornata delle tripletta contro i primi della classe. Che, tra l’altro, a inizio ripresa perdono anche mister Salotti, allontanato dalla panchina per proteste. Non perdono, però, la cima della classifica, i suoi ragazzi: che restano il miglior attacco per tre gol di vantaggio dal Colosseum (miglior difesa: + 1 dall’Indomita) e rendono onore ad un Montello rinfrancato da una splendida performance.