POMEZIA, CALCIO: TRA INDOMITA E TORVAIANICA E’ 2-2 NEL DERBY

Da un lato la capoclasse Torvaianica, reduce da tre vittorie consecutive, tutte per 1-0, e ancora in corsa per la Coppa Lazio. Dall’altro lato, la squadra di mister Aiello, con sette punti nelle ultime tre partite, due in meno che li distanzia dall’undici di Salotti. 

Con qualche minuto di ritardo, il signor Giacobini dà il via alle ostilità e a partire bene è il Torvaianica con la punizione battuta da Celiani che, curiosamente, gioca quest’importante partita con una maglia senza numero. Il pallone arriva a Di Giovanni che sfiora l’autogol con un colpo di testa all’indietro costringendo Pacioni a una respinta in extremis, che prende in pieno la traversa. Passata la paura, i casalinghi tornano alla carica e al decimo sbloccano il risultato con Amici. Su apertura di Fieni, il numero due si fa largo tra la difesa locale, poi con un diagonale sul secondo palo trafigge Solimeno.

Sull’1-0 il clima si surriscalda e un fallo da espulsione di Seferi su Daniele Mancini al quarto d’ora aggiunge benzina sul fuoco, con il direttore di gara che assegna il primo e contestato cartellino giallo. Gli ospiti, però, non demordono e al 18’, rispondono ancora con un piazzato di Celiani. Questa volta, però, è De Paolis a svettare su tutti e di testa ristabilisce la parità.

Dopo l’1-1, la tensione cresce e, tra ammonizioni e gioco interrotto per falli, a farne le spese è lo spettacolo. Per l’Indomita, però, il ritorno al vantaggio s’avvicina in un paio d’occasioni, dapprima col cross di Mancini per Fieni che, in area, arriva in ritardo sulla sfera. Poi, con la lunga gittata di Innocenzi per Zullo che supera d’astuzia Chianese prima di concludere in area ma un intervento d’istinto di Solimeno gli nega la gioia del gol.

I due mister non cambiano le carte in tavola ma, nella ripresa, questa scelta non paga. Passano lentamente i primi minuti tranne che per un cross mancato di Sammarco intercettato da Pacioni. Dal sessantesimo, cade una brutta tegola ai padroni di casa. Per un fallo, a centrocampo, su Seferi, Di Giovanni si becca il suo secondo cartellino giallo, lasciando i suoi in dieci uomini. Passano pochi minuti e anche mister Salotti è costretto, per proteste, ad abbandonare il campo; la sua squadra, però, è in superiorità numerica e ne approfitta con una punizione al 77’. Alla battuta va Celiani che indirizza la sfera dalle parti di Sammarco pronto a metterla in rete, ma la gioia viene strozzata dal direttore di gara, che decide di annullare il gol tra le proteste.

Negli ultimi minuti, sale il livello della gara tanto che all’82’, sugli sviluppi di un laterale dei padroni di casa, Sammarco intercetta e spazza via il pallone che arriva dalle parti di Celiani trattenuto da Bilancini. Lo recupera Seferi che supera Innocenzi prima di macinare metri palla al piede. In area, ha la meglio su Pacioni che sbaglia l’uscita e con classe timbra il cartellino. 

Il vantaggio del Torvaianica, però, dura solo quattro minuti, perché l’Indomita ottiene un piazzato battuto da Zullo e, a una prima respinta del portiere, Amici con un’incornata la rispedisce in rete, siglando la sua doppietta personale.

In zona Cesarini anche gli ospiti chiudono la gara con uno in meno, per la seconda ammonizione di Celiani per un fallo di mano. Pochi istanti dopo, sulla punizione assegnata ai padroni di casa, lo stesso Zullo questa volta punta alla porta, ma la sfera termina ben oltre la traversa.

Dopo quattro di recupero il signor Giacobini chiude le ostilità. Un punto che sa di occasione mancata per entrambe le compagini, oltre a uno stimolo per il match di ritorno nella penultima di campionato.