LADISPOLI, SALTA IN ARIA UN FORNO NEL QUARTIERE CERRETO

Sul fatto si sta indagando per capire le cause. Innanzitutto si sta vagliando se le esplosioni sono causa o effetto dell’incendio avvenuto all’interno. Ancora non si sa inoltre se c’è un’origine dolosa dietro il fatto. Nel pomeriggio poi sempre nella zona è stato registrato un malfunzionamento della rete elettrica con un distacco del servizio. Non è da escludere che i due episodi siano tra loro collegati. Dopo le deflagrazioni di ieri pomeriggio la situazione sta tornando lentamente alla normalità. Contattiamo la titolare del Nuovo Forno, Cristina Taietta, per comprendere meglio cosa è successo. “Colgo l’occasione per ringraziare le numerosissime telefonate di solidarietà che mi sono arrivate ieri pomeriggio dopo che la gente ha appreso la notizia da Baraonda News. In molti si sono offerti di aiutarci e la cosa ha fatto veramente molto piacere. Vogliamo anche ringraziare i vicini che hanno chiamato i pompieri. L’intervento tempestivo dei Vigili ha evitato il peggio” “Quali sono stati i danni maggiori?” “Per fortuna le fiamme hanno bruciato solo il magazzino dove c’erano macchinari e prodotti alimentari per un valore che supera i 20mila euro. Vedremo…”. “Ti hanno spiegato quali sono state le cause?” ” Per quello che mi è stato riferito l’incendio potrebbe essere stato innescato da un corto circuito e lo scoppio della ventola del frigorifero. Ora stiamo aspettando la relazione dettagliata del perito.” ” Immagino che il forno avesse un’assicurazione contro gli incendi? “Certo, speriamo che siano celeri nel risarcimento e ci diano la possibilità di riavviare l’attività in fretta” “Intanto, a tutti quelli che vorranno continuare ad acquistare i vostri ottimi prodotti ricordiamo che il Nuovo Forno ha un’altro punto vendiata nella zona Messico. Grazie Cristina e in bocca al lupo”.