GIULIANELLO, STOP ALLA VIOLENZA CONTRO LE DONNE CON ONE BILLION RISING REVOLUTION

0
78

’Chi dice donna’ ha aderito per il terzo anno consecutivo alla campagna di sensibilizzazione mondiale ideata nel 2013 dalla scrittrice statunitense Eve Ensler, fondatrice del V-Day, che ha movimentato oltre diecimila eventi in contemporanea in oltre 200 Paesi. Il motto 2015 era ’Revolution’, per invocare un reale e concreto cambiamento della condizione femminile in tutto il mondo.  La travolgente coreografia sulle note di “Break the Chain” (Spezza la catena), l’inno universale della manifestazione, preparata nelle scorse settimane con l’insegnante di danza Ilenia Dell’Uomo, è culminata con il lancio in aria dei palloncini rossi, colore simbolo della protesta delle donne contro le crudeltà e i soprusi di cui ancora oggi sono vittime indiscriminate in ogni società.  All’iniziativa, sostenuta anche dall’Amministrazione comunale di Cori e dall’ASBUC di Giulianello, rappresentati dall’Assessore Luca Zampi ed Eugenio Marchetti, hanno partecipato anche la Pro Loco Rocca Massima e il Gruppo Scout CNGEI di Giulianello. Erano presenti alcuni importanti artisti locali: la fotografa sempre più internazionale Sofia Bucci; la nota scrittrice siciliana da anni residente a Giulianello Angela Marano, autrice di varie pubblicazioni ad oggetto privilegiato la poesia breve Haiku e Petit Onze; la rinomata artigiana ceramista Alessandra Frigato, sorella di Emita, scenografa cinematografica insignita del  David di Donatello nel 2011.   

Comunicato stampa

(Foto di Sofia Bucci).