APRILIA, CONTRASTO ALLA PROSTITUZIONE: RINNOVATA ORDINANZA COMUNALE

0
83

L’ordinanza, sottoposta a preventiva comunicazione al Prefetto di Latina, ha ricevuto il benestare vista la conformità del provvedimento alle normative vigenti. Con decorrenza dalla giornata di oggi e fino al prossimo 31 marzo, l’atto  vieta di porre in essere comportamenti diretti in maniera inequivocabile ad offrire prestazioni sessuali a pagamento a mezzo di atteggiamenti di richiamo, di invito o nell’indossare abbigliamento indecoroso in relazione ai luoghi, ovvero mostrare nudità in quanto ciò determina o comunque favorisce rallentamenti o intralcio alla circolazione stradale, rappresentando un serio pericolo per il transito veicolare. Si vieta altresì di contrattare prestazioni sessuali a pagamento, o eseguire se alla guida di veicoli manovre di intralcio alla circolazione, come accostarsi pericolosamente al margine della strada per porre in essere detti equivoci comportamenti. La violazione dell’ordinanza comporta l’applicazione di una sanzione amministrativa pari ad euro 400, ferma restando l’eventuale applicazione di sanzioni penali ed amministrative previste dalla legge.