FORMIA, 42ENNE IN MANETTE PER STALKING, SEQUESTRO DI PERSONA E LESIONI PERSONALI

Stando alla testimonianza della donna, poche ore prima l’aggressore si era presentato a Cori, davanti alla scuola nella quale lavora la malcapitata, costringendola a dargli un passaggio fino a casa. Lì li aveva raggiunti il fratello di lei, aggredito dal 42enne e poi medicato con una prognosi di 5 giorni. L’ex dai modi maneschi, originario di Pescara, perseguitava da tempo la sua vittima con minacce telefoniche e sms: per lui sono scattate le manette, per i reati di lesioni personali, stalking e sequestro di persona.