TERRACINA, IL COMMISSARIO PREPARA IL PIANO TRIENNALE DELLE AZIONI POSITIVE

Il documento rappresenta un complesso di misure temporanee speciali che, in deroga al principio di uguaglianza formale, sono mirate a rimuovere gli ostacoli alla piena ed effettiva parità di opportunità tra uomini e donne. Sono incluse nell’importante documento misure speciali non generali ma specifiche e ben definite, che intervengono in un determinato contesto per eliminare ogni forma di discriminazione, sia diretta sia indiretta, necessarie fintanto che si rileva una disparità di trattamento tra uomini e donne. All’interno del Piano triennale delle azioni positive, c’è fotografata la situazione delle risorse umane impegnate presso l’Ente comune, che vede prevalere il numero di uomini (116) rispetto alle donne (69) e nelle posizioni di comando ancora gli uomini (3) sulle donne (1). Tra le 25 posizioni organizzative e alte professionalità il rapporto è ancora favorevole agli uomini 15 a 10. Ricapitolando: tra i 185 dipendenti del Comune di Terracina il 37% è formato da donne e il 63% da uomini, mentre in nessun dipartimento della struttura burocratica le donne superano gli uomini. Solo all’interno di quello della Polizia Locale il margine, seppur minimo, disegna una contrazione. Gli obiettivi del Piano sono principalmente rivolti, tra l’altro, ad arginare nell’ambiente di lavoro casi di molestie, mobbing e discriminazioni. Garantire il rispetto delle pari opportunità nelle procedure di reclutamento del personale e nelle gare pubbliche. Promuovere le pari opportunità in materia di formazione, di aggiornamento e di qualificazione professionale. Facilitare l’utilizzo di forme di flessibilità orarie finalizzate al superamento di specifiche situazioni di disagio; favorire la diversificazione delle scelte professionali delle donne in particolare attraverso l’orientamento scolastico e professionale e gli strumenti della formazione. Un Piano che ha la velleità di centrare nel medio e breve termine una reale parità di genere tra tutti coloro che lavorano per la comunità terracinese.