ARDEA, CRISTINA CAPRARO DENUNCIA MANCANZA ATTI FONDAMENTALI PER IL PROSSIMO CONSIGLIO

Queste le dichiarazioni della consigliera PSI Cristina Capraro. L’ex candidata sindaco, oggi in opposizione, lamenta l’ennesima mancanza di atti che dovrebbero essere a disposizione dei consiglieri per analizzare ciò che sarà discusso in consiglio comunale il prossimo 30 giugno alle 21. All’ordine del giorno: modalità e tempi di alienazione dei terreni della Banditella Alta, regolamento delle Entrate e proposta finanza di progetto per la concessione del servizio di adeguamento, manutenzione, fornitura e gestione della pubblica illuminazione – proponente Gruppo Hera Luce srl. “Fin dall’ultima seduta di Consiglio, afferma la Capraro, si vociferava nelle aree “riservate” ai Consiglieri comunali, che nonostante le furiose liti tra i Consiglieri della Maggioranza, questi ultimi, nelle ore immediatamente precedenti l’inizio della seduta, avessero trovato un accordo su un progetto riguardante l’efficientamento energetico sulla pubblica illuminazione. Ed ecco qui che oggi, a pochi giorni dal prossimo Consiglio comunale, la Presidenza del Consiglio trasmette ai Consiglieri gli atti che dovranno essere discussi in Aula il prossimo martedì e manca proprio quello relativo alla proposta sulla pubblica illuminazione. E’ forse un caso? E’ il metodo dei “soliti noti” per tenere qualche consigliere fuori dalla discussione? Hanno forse qualcosa da nascondere? A noi comuni cittadini di Ardea non è dato sapere cosa stiano combinando. L’unica cosa certa è che terremo i fari puntati su questa operazione che sembra includere un bando ventennale da affidare a qualche amico dell’amico. E ovviamente tutto quello che verremo a sapere, sarà mia cura farlo arrivare al resto del mondo che ruota intorno al circolo Di Fiori”.