ARDEA, CALCIO: IL LIDO DEI PINI INGAGGIA EMANUELE CIRILLI

Un grande, grandissimo colpo, che rende l’idea di quanto serio sia il percorso del progetto lidense e la programmazione attraverso la quale l’entourage gialloroyal sta operando. Un vero fiore all’occhiello, portato ad impreziosire il già luccicante ’vestito’ tecnico di un Lido dei Pini che mister Panicci, da player manager qual è, sta plasmando secondo i consueti valori della tecnica, della serietà, dell’abnegazione e della totale dedizione alla causa. Straordinario, poi, il lavoro del team societario, come quello ad esempio del D.S. Guido Zenga, tuttofare a 360° o dell’irrefrenabile Tirocchi. L’approdo di Cirilli è senz’altro una vera perla che lascia poco dubbio alla interpretazione. La carriera, il background, il C.V. calcistico parla da sé.
Basta leggere quanto diffonde via social network, per chi non lo conoscesse, direttamente il club del Cedial. “Nella sua carriera il calciatore nettunese, classe ’86, ha disputato solamente campionati di serie D e quindi per lui quello con la maglia del Lido dei Pini sarà la prima stagione in Eccellenza. La carriera di Cirilli è molto lunga, per lui 9 campionati in serie D. Nella prima stagione tra i grandi, 2005/06, indossa la maglia del Morro d’Oro (25 presenze a 1 gol), nel campionato successivo passa al Campobasso (31 presenze e 2 gol) e poi due stagioni con la Nocerina (55 presenze e 2 gol). Nel 2009 inizia con il Campobasso (11 presenze e 2 gol), ma a dicembre passa all’Atessa Val di Sangro (12 presenze). A Ddcembre 2011 parentesi tra i Professionisti con la Sangiovannese. Nella stagione 2011/12 inizia a Gaeta (4 presenze) ma poi a dicembre passa al Nizza (11 presenze), dove inizia il successivo campionato (14 presenze) per passare a dicembre al Città di Messina (15 presenze). Nelle ultime due stagioni si avvicina a casa e difende i colori del Fondi (63 presenze e 3 gol).”
Un pezzo da novanta, dunque. Molti del gruppo storico del Lido dei Pini, peraltro, appresa la notizia, hanno stropicciato gli occhi e strappato applausi alla dirigenza. Portare un profilo come Cirilli al ’Chimenti’ è davvero un’opera d’arte, e chi conosce il calcio, come i diretti interessati, lo sa. Sarà fondamentale, non soltanto dal punto di vista tecnico-tattico ma anche come esperienza, carisma, e personalità il suo apporto in un roster molto unito e guidato da un condottiero senza macchia e senza paura. Ma che, evidentemente, sapeva – considerato quanto ha direttamente spinto affinché l’operazione andasse a buon fine – come e quanto un elemento di questa portata avrebbe potuto rappresentare la chiave di volta e, dunque, a livello di salto di step, il messaggio decisivo ai naviganti.
Il Lido dei Pini c’è. Intanto, da oggi parte la pre preparazione del Cedial Lido dei Pini e mister Aldo Panicci può puntare su una buona rosa a disposizione. Ci sono tutti i presupposti per raggiungere l’obiettivo che è quello di mantenere la categoria.