LAZIO, SANITA’, SIMEONE (FI) IN MERITO AI CONCORSI PER I NUOVI PRIMARI, AUSPICA DEA II LIVELLO A LATINA E DEA I LIVELLO A FORMIA

“Il presidente Zingaretti continua a dare notizia, lo aveva fatto anche la scorsa settimana, dell’apertura dei concorsi per i primari del Lazio. Una notizia che non può che renderci tutti felici. Oggi, a quanto detto in precedenza, il presidente ha aggiunto qualche news spiegando che a concorso saranno messi anche il ruolo di primario per Utic Emodinamica e Cardiologia Dea II°, Neonatologia e Terapia Intensiva Neonatale e Pediatria Dea II°, Utic Emodinamica e Cardiologia Dea I°. Immaginiamo che il Dea II° a cui si fa riferimento sia il Santa Maria Goretti di Latina e che il Dea di I livello sia l’ospedale Dono Svizzero di Formia. Immaginiamo perché oggi del Dea di II livello al Goretti di Latina c’è poco o nulla. Perché il Dea di II livello doveva essere realizzato, stando agli obiettivi fissati dallo stesso Zingaretti nella riorganizzazione della rete ospedaliera del Lazio e recepiti dal direttore generale della Asl di Latina, entro fine giugno 2015 ma siamo ad agosto e tutto è fermo. Nessun intervento strutturale o sulla implementazione della pianta organica ci risulta essere stato compiuto né tanto meno essere in previsione nel breve periodo. Immaginiamo perché anche per il Dono Svizzero di Formia gli interventi da mettere a punto per la realizzazione di un Dea di I livello, reale e non solo sulla carta, sono ancora moltissimi e perché ad oggi il personale è ancora insufficiente per garantire anche la piena operatività della cardiologia e dell’emodinamica fondamentali per il ruolo di riferimento per le emergenze e urgenze sul territorio. Per Formia, inoltre, dobbiamo procedere spediti sulla realizzazione del Policlinico del Golfo, così come previsto dal piano strategico della Asl di Latina, con la creazione di un ospedale nuovo e strutturalmente adeguato alle esigenze del comprensorio. Ma vogliamo essere positivi e leggere questo come un microscopico passo avanti sperando che tra qualche giorno, quando Zingaretti ci parlerà di nuovo dei concorsi per primari, scopriremo qualche azione in più per migliorare la sanità del Lazio e della provincia di Latina. Ci auguriamo intanto che il presidente abbia buona memoria, perchè a forza di scrivere la stessa cosa rischia di auto convincersi che i posti per i nuovi primari anziché 34 siano 102”.