ROMA, ATLETICO TORBELLAMONACA, CHICCA: “PRONTI A COMPETERE”

«Il nomignolo è vero e infatti aspetto che Alessio smetta per ereditare questa benedetta fascia, invece lui non molla – ha dichiarato Chicca sorridendo – In che ruolo gioco? Originariamente ero centrocampista, ma l’anno scorso ho fatto praticamente sempre il difensore. In ogni caso gioco dove c’è bisogno di me». La passata stagione è stata un po’ sfortunata per il 24enne che ha avuto un problema fisico all’adduttore al quale si sono aggiunti alcuni impegni lavorativi. «La parte finale del campionato l’ho saltata completamente – ha spiegato Chicca -, ma ora voglio provare a ripartire assieme al gruppo a partire da lunedì prossimo, giorno di inizio della preparazione». La maglia dell’Atletico Torbellamonaca è diventata una seconda pelle per “capitan futuro”. «Conosco Alessio da tanti anni e quattro stagioni fa lui e Alessandro Macchioni mi convinsero a venire a giocare in questo club con cui ho già vinto il campionato di Seconda categoria. Io sono proprio nato a Torbellamonaca e tuttora ci vivo, ho giocato in Eccellenza al Panichelli, ma poi fui colpito da un grave lutto personale e decisi di fermarmi col calcio. L’Atletico Torbellamonaca mi aiutò in un momento molto difficile della mia vita e questo non lo dimenticherò mai: qui ho trovato una seconda famiglia anche se la società ha costruito sempre delle squadre ambiziose». Per Chicca sarà così anche quest’anno. «Partiamo per competere ai vertici, come sempre. Ho saputo che la società ha preso giocatori di categoria superiore, vedremo cosa accadrà. Mister Daniele Persico? E’ un grande competente di calcio, con lui ho un rapporto davvero ottimo a livello umano». Capitan futuro non vede l’ora di tornare in campo.