ARDEA, IL PREFETTO GABRIELLI NON HA AUTORIZZATO L’INTITOLAZIONE DI PIAZZA FRANCO CALIFANO

Peraltro anche numerosi articoli di stampa hanno dato risalto all’evento. La materia della toponomastica – per quanto riguarda le nuove intitolazioni – è disciplinata dalla L. 1188 del 23/06/1927 che cita contestualmente all’art. 1: “Nessuna denominazione può essere attribuita a nuove strade e piazze pubbliche senza l’autorizzazione del Prefetto, udito il parere della Deputazione di Storia Patria o, dove questa manchi, della Società storica del luogo o della regione”, ed all’art. 2 ” Nessuna strada o piazza può essere denominata a persone che non siano decedute da almeno dieci anni”.
Al riguardo, occorre precisare che ad oggi non è stato emesso alcun provvedimento autorizzatorio in tal senso. Infatti la Delibera di Giunta Comunale di Ardea, datata 15/09/2015, avente per oggetto la richiesta intitolazione, è pervenuta all’Ufficio competente con protocollo di ingresso in data 22/09/2015 e, conseguentemente la relativa istruttoria non è stata ancora avviata.
Nel richiamare la piena osservanza della normativa vigente in materia di Toponomastica ed in particolare della Circolare del Ministero dell’Interno n.18 del 1992, che delega ai Signori Prefetti la facoltà di autorizzare – in deroga – le intitolazioni di luoghi pubblici e monumenti a personaggi deceduti da meno di dieci anni, in casi eccezionali e solo quando trattasi di persone benemerite della Nazione, ove già installata si chiede l’immediata rimozione della targa attestante l’intitolazione della Piazza al nome di ’Franco Califano’ “.