POMEZIA, CALCIO: VOLANO I CRIMSON, L’UNIPOMEZIA SEMPRE PRIMA

0
77

Dopo i fasti di una stracittadina di lusso, però, l’Unipomezia era chiamata ad una prova di forza e di continuità in uno degli impianti più suggestivi del panorama calcistico territoriale e, come ha già ampiamente dimostrato più volte in questa stagione e nel passato, il club Crimson non delude. Anzi: accetta la sfida, parte in quarta e regala un match ricco di spunti nel quale emerge ancor di più l’impressionante forza di una realtà che si palesa come schiacciasassi del girone. Alla sua seconda partita dall’arrivo in panchina, mister Mancininon fallisce l’appuntamento con la prima vittoria personale in stagione, per di più in trasferta, in momento delicato della stagione nel quale, giocoforza, ogni formazione sta entrando nel top della condizione e spingendo al massimo per il rush che porterà fino allo stop natalizio. Se è vero che ogni club corre, allora però c’è da dire che l’Unipomezia vola: l’undici del Presidente Valle spinge l’acceleratore fin dal fischio iniziale, facendo subito capire che aria tira e quanta voglia ci sia, nel gruppo, di portare a casa i tre punti. Pronti via, infatti, ed è Valle a sbloccare subito il risultato, con un gol importantissimo che mette subito in discesa i piani dei Crimson. E’ 1-0 flash per i pometini che, però, non rallentano. Al minuto 23’, infatti, arriva il bis: e di chi, se non del prolifico bomber Italiano? Proprio lui, il talentuoso marcatore dei pometini trova il lampo per il raddoppio che vale oro: è 0-2, Unipomezia in totale controllo della gara.
Al Vigor Sporting Center non ci si annoia. Al 43’, infatti, i padroni di casa accorciano con Di Bari, e si va dunque all’intervallo sull’1-2. Partita aperta a mille scenari, dunque, e dopo la sosta tra i tempi si torna in campo con ardore. La Vigor è ’vigorosa’, e agguanta il pareggio agognato dai tifosi di casa: ci pensa Caverni. Ma non è certo finito qui lo show di giornata. Perché l’Unipomezia non demorde, non vuol tornare a casa con il terzo pari di fila e aumenta i giri del motore e della propria pressione. E poi, si scatena ancora lui, Italiano: che nel giro di tre minuti, porta in vantaggio di nuovo e poi al gol della sicurezza i suoi con un uno-due micidiale. Italiano fa tris di gol, tripletta personale: al 70’ prima e al 73’ poi, la punta sigla il 2-3 e poi il definitivo 2-4, portandosi a casa il pallone dell’hat-trick. L’Unipomezia, di conseguenza, torna a casa col bottino pieno: tre punti meritati e conquistati con fame, che beneficiano di un gioco corale e di talenti puri. E’ ancora primo posto, il viaggio al vertice continua.