ARDEA, CALCIO, IL RACING CLUB STENDE LA VJS VELLETRI

0
55

Tuttavia si gioca: inizialmente, non è uno spettacolo da infiocchettare: equilbrio, tatticismo, poche chance se non con Klauss Seferi, una delle perle del Racing. Poco altro, in verità, in una prima frazione scialba.
Non può che salire il ritmo nella ripresa, ed è cos’: subito padroni di casa pericolosi al 2’ quado su piazzato velenoso Martellacci Spagnoli si eleva e la mette dentro. E’ gol, ed è un gol pesantissimo: VJS in vantaggio 1-0 contro una delle realtà più brillanti del girone e del momento, e imbattibilità di Cojocaru che si interrompe dopo ben 845 minuti. Un grandissimo portiere che, sicuramente, non ne farà un dramma. Così come il Racing dopo lo svantaggio, anche se il club veliterno si esalta e spinge per cercare l’immediato raddoppio. Al quarto d’ora per di più, si complica la vita per il club di Pezone: Ugolini entra duro su Martellacci, e viene espulso. Obbligo di giocare in dieci, e inferiorità nel punteggio oltre che numerica per il Racing, che però non molla, anzi. Pur rischiando subito dopo la seconda rete al passivo (Fede) arriva la svolta: sugli sviluppi di un piazzato, traiettoria complicata da leggere che schizza in mezzo al mucchio selvaggio in area e gol di Celiani, con presumibile deviazione.
Non è tutto: entrambe le squadre spingono, vogliono la vittoria e creano brividi. Ma mentre la VJS la sfiora appena, proprio allo scadere, il Racing, subito dopo, sul gong del match sfrutta a dovere un traversone fendente in area; la palla arriva a Celiani che ci si avventa come un falco e punisce il portiere in uscita. E’ 1-2 in rimonta e in inferiorità: il Racing continua a volare e lo fa sciorinando una prova che mescola cuore e tecnica contro una VJS spumeggiante, coriacea e vicinissima, fino all’ultimo istante, ad una vittoria che sarebbe valsa oro. I tre punti, però, vanno al Racing. E’ un successo decisivo, lassù.