CORI, IL 5 MARZO IL CONCORSO PROVINCIALE “L’OLIO DELLE COLLINE”

Anche quest’anno i 350 oli partecipanti hanno saputo sorprendere la commissione di valutazione, esprimendo nel modo migliore l’armonia dei sapori e dei profumi di un prodotto dei nostri oliveti che compongono un paesaggio unico. Nel corso della giornata si procederà alla consegna dei riconoscimenti ai produttori delle aziende selezionate dalla Commissione Paesaggi e Buona Pratica Agricola e poi alla premiazione delle varie categorie in gara: Olio Biologico, Oliva da tavola “Itrana Bianca” e “Gaeta”, Migliore confezione ed etichetta, fino alla proclamazione dei vincitori del concorso 2016 L’Olio delle Colline e del premio DOP Colline Pontine.
Dopo i saluti del Presidente del Capol e coordinatore del Concorso, Luigi Centauri; del Presidente della Fondazione Roffredo Caetani, Pier Giacomo Sottoriva e della Presidente della Provincia di Latina, Eleonora Della Penna, ci sarà una presentazione fotografica delle aziende olivicole dei Lepini, Ausoni e Aurunci. Interverranno: Nunzio Esposito (Servizio Fitosanitario Regione Lazio. Innovazione Agricoltura); Eugenio Lendaro eAndrea Coccia (Dipartimento di Scienze e Biotecnologie Medico-Chirurgiche Polo Pontino Università Sapienza di Roma); Alessandro Rossi(Presidente L.I.L.T. Sezione Latina); Alberto Bono (Agronomo, Assaggiatore Capol); Giulio Scatolini (Capo panel L’Olio delle Colline); Cosmo Di Russo (Presidente Aspol); Maurizio Simeone (Consigliere Tutela e Valorizzazione dell’Oliva Gaeta D.O.P.); Giovanni Orza (ICQRF Ufficio Roma MIPAAF); Amedeo De Franceschi (Responsabile Sicurezza Agroambiente e Agroalimentare Corpo Forestale dello Stato); Vincenzo Zottola(Presidente Camera di Commercio di Latina); David Granieri (Presidente Unaprol Consorzio Olivicolo Italiano); Enrico Maria Forte (Componente Commissione Regionale Agricoltura). Modera il giornalista Gianluca Pacella.
Si parlerà tra l’altro di: malattie emergenti e riemergenti dell’olivo; olio extravergine e salute; analisi sensoriale e identità sensoriale. Al termine unadegustazione dei prodotti tipici locali a cura degli studenti del corso Alberghiero dell’I.I.S. “San Benedetto” di Latina con banchi d’assaggio degli oli classificati.