LAZIO, PARERE UNANIME DEL CONSIGLIO AL REGOLAMENTO PER LARESTITUZIONE IRAP ALLE START-UP INNOVATIVE

Con questo provvedimento la Regione intende contribuire a liberare mezzi per gli investimenti delle start-up innovative iscritte nella sezione speciale del registro delle imprese tenuto dalle Camere di Commercio. Potranno fare domanda le imprese costituite non prima dell’inizio gennaio 2012, che abbiano almeno una sede operativa nel Lazio, che abbiano effettuato versamenti di imposte Irap per i primi due esercizi fiscali e che non abbiano ottenuto da altre amministrazioni il rimborso delle somme. Il contributo, a fondo perduto, può essere richiesto per i primi due esercizi fiscali e, qualora le richieste superino l’importo delle risorse disponibili, sarà ripartito proporzionalmente. Secondo i dati della Regione, delle 5.497 start-up italiane 559 operano nel Lazio. Di queste, il 25,5 per cento sono giovanili. Il 72 per cento del totale laziale fornisce servizi alle imprese mentre il 19 per cento opera nel settore dell’industria. Il 78 per cento sono start-up con alto contenuto tecnologico, il 9 per cento ad alto contenuto tecnologico in ambito energetico e il 13 per cento opera nella ricerca e sviluppo.