ARDEA, MEMORIAL CRISTINA VARANI, IL RESOCONTO DELLA TERZA GIORNATA DI GARE

Sono infatti ridotte al lumicino le speranze dei campioni in carica dell’Inter di difendere il titolo conquistato un anno fa. Dopo il ko al debutto i nerazzurri si sono arresi anche alla mina vagante Lodigiani, il cui eventuale successo con gli altoatesini del Südtirol, nel match che aprirà il programma della quarta giornata domani alle 9.30, equivarrebbe alla loro definitiva condanna ancor prima di affrontare il Valencia, che nel frattempo si è ripreso la vetta del girone dominando lo scontro diretto col Barcellona. Le altre partite che hanno scandito il programma della Pineta dei Liberti sono servite a confermare il percorso netto di Juventus (3-1 all’Urbetevere con il capocannoniere Bonetti autore di una doppietta) e Barcellona (a segno anche la stellina Xavi Simons nel 5-1 al Perugia), che domani si sfideranno in uno scontro da ’dentro o fuori’. Bene anche le professioniste capitoline: la Roma resta in solitaria al comando del girone B sconfiggendo il Savio e resistendo al tentativo di rientro del Panathinaikos (3-1 al Pescara), la Lazio infligge il secondo stop ai padroni di casa del Racing Club rispondendo a distanza all’Empoli, trascinato dal poker di Belluomini contro i bulgari del Botev Plovdiv.
Il match clou tra gli azulgrana e i bianconeri, riedizione del penultimo atto dell’edizione 2015, andrà in scena eccezionalmente alle 20.45 in previsione della grande affluenza prevista per un vero e proprio spareggio in ottica semifinale.
Aggiornamenti continui verranno forniti attraverso il sito ufficiale della kermesse www.memorialcristinavarani.com che accompagnerà gli utenti durante le giornate di gara parallelamente alla pagina Facebook e ai profili Twitter e Instagram dedicati all’evento, proponendo le cronache e le sintesi video di tutte le partite. E’ inoltre attivo il canale YouTube dedicato alla rassegna, sul quale sono presenti già da giorni il promo e il servizio introduttivo della seconda edizione.

Risultati e classifiche
1^ Giornata – 30 agosto: Renato Curi-Barcellona 0-13 (gir. A); Juventus-Perugia 6-1 (A); Aprilia-Panathinaikos 1-7 (B); Roma-Pescara 10-1 (B); Südtirol-Valencia 0-8 (C); Inter-Sampdoria 2-5 (C); L’Aquila-Botev Plovdiv 4-1 (D); Lazio-Empoli 1-1 (D)
2^ Giornata – 31 agosto: Perugia-Urbetevere 0-0 (A); Inter-Südtirol 5-1 (C); Pescara-Savio 2-2 (B); Sampdoria-Lodigiani 4-3 (C); Juventus-Renato Curi 14-0 (A); Lazio-L’Aquila 10-0 (D); Roma-Aprilia 9-0 (B); Empoli-Racing Club 3-1 (D)
3^ Giornata – 1 settembre: Valencia-Sampdoria 6-0 (C); Urbetevere-Juventus 1-3 (A); Barcellona-Perugia 5-1 (A); Panathinaikos-Pescara 3-1 (B); Lodigiani-Inter 3-1 (C); Botev Plovdiv-Empoli 0-6 (D); Racing Club-Lazio 0-3 (D); Savio-Roma 2-5 (B)
Classifica girone A: Juventus 9; Barcellona 6; Urbetevere, Perugia 1; Renato Curi Pescara 0
Classifica girone B: Roma 9; Panathinaikos 6; Savio, Pescara 1; Aprilia 0
Classifica girone C: Valencia, Sampdoria 6; Lodigiani, Inter 3; Südtirol 0
Classifica girone D: Empoli, Lazio 7; L’Aquila 3; Racing Club, Botev Plovdiv 0

Il calendario completo del torneo
4^ Giornata – 2 settembre: Südtirol-Lodigiani (C, 9.30); Renato Curi-Urbetevere (A, 9.30); Aprilia-Savio (B, 11.30); L’Aquila-Racing Club (D, 11.30); Valencia-Inter (C, 17), Panathinaikos-Roma (B, 17); Botev Plovdiv-Lazio (D, 19); Barcellona-Juventus (A, 20.45)
5^ Giornata – 3 settembre: Pescara-Aprilia (B, 9.30); Empoli-L’Aquila (D, 9.30); Savio-Panathinaikos (B, 11.30); Sampdoria- Südtirol (C, 11.30); Perugia-Renato Curi (A, 17); Urbetevere-Barcellona (A, 17); Racing Club-Botev Plovdiv (D, 19); Lodigiani-Valencia (C, 19)
Semifinali – 4 settembre: 1^ Gir. A – 1^. Gir. C (9.30); 1^ Gir. B – 1^ Gir. D (11.30)
Finali – 4 settembre: 3° – 4° posto (17.30); 1° – 2° posto (19.30)

Classifica marcatori
9 reti: Bonetti (Juventus FC)
7 reti: Serafini (SS Lazio)
6 reti: Belluomini (Empoli FC)
4 reti: Lopez, Martínez (FC Barcelona), Giorgi, Mancino, Modugno (AS Roma), Catala (Valencia CF)
3 reti: Rosa (AS Roma), Zuccon (UC Sampdoria)
2 reti: Alastuey, Ginard (FC Barcelona), Baldanzi (Empoli FC), Chierichetti, De Milato (FC Internazionale), Natrella (L’Aquila Calcio 1927), Piccolelli (ASD Lodigiani Calcio), Torra, Tzavidas (Panathinaikos FC), Peschetola (Delfino Pescara 1936), Infuso, Miretti, Ordia, Pisapia, Salducco (Juventus FC), Papa (AC Perugia), Ferrante, Palazzino (AS Roma), Donato, Pedicillo (UC Sampdoria), Paolantoni (ASD Savio), Chanfreut, Garcia A., (Valencia CF)
1 rete: Orlandi (FC Aprilia Calcio), Dos Reis, Navarro, Pelaz, Saidou, Simons (FC Barcelona), Boev (PFK Botev Plovdiv), Morelli, Rossi (Empoli FC), De Toffol, Ferraris, Liberti, Saio (Juventus FC), Gnonto, La Torre, Poku, Pucci (FC Internazionale), Petrucci (L’Aquila Calcio 1927), Ancillai, Castigliani, Florani Mussolini, Marinacci, Migliorati, Santilli, Visconti (SS Lazio), Astancolli, Battisti, Di Stefano, Del Latte, (ASD Lodigiani Calcio), Avlonitis, Chaikalis, Dimitrakopomlos, Dimostreniadis, Grammenos, Panydis (Panathinaikos FC), Bana, La Torre (Delfino Pescara 1936), Andrenacci (SS Racing Club Roma), Anticoli, Cantarelli, Meloni (AS Roma), Agnello, Dolcini (UC Sampdoria), De Sanctis, Tani (ASD Savio), Vinciguerra (FC Südtirol-Alto Adige), Golino (AS Urbetevere Calcio), Garcia D., Garcia S., Lindres, Martinez, Moreno, Vazquez (Valencia CF)

VALENCIA CF-UC SAMPDORIA 6-0
VALENCIA CF (4-3-3): Alemany (52’ Chanza); Sanchez, Domenech (C), Garcia S., Vazquez; Mellado (59’ Ngaah), Amaro (44’ Chanfreut), Escobar (44’ Corella); Valera (57’ Moreno), Catala (49’ Salas), Garcia A., (57’ Santafosta). All.: Fernandez.
UC SAMPDORIA (4-4-2): Rossi; Sanguinetti (36’ Chiodi), Campaner, Mata (52’ Bizzarri), Migliardi; Canovi, Dolcini (C), Zuccon (57’ Chiarlone), Donato, (55’ Giovanardi) Pedicillo (44’ Macca), Agnello (49’ Alesso). A disp.: Colleoni. All.: Augusto.
ARBITRO: Gavini di Aprilia.
MARCATORI: 28’ Catala (Valencia CF), 29’ Catala (Valencia CF), 38’ Garcia A. (Valencia CF), 41’ Garcia A. (Valencia CF), 51’ Chanfreut (Valencia CF), 70’ Moreno (Valencia CF)
NOTE: Espulsi: 48’ S. Garcia (Valencia CF), 54’ Canovi (UC Sampdoria). Ammoniti: Escobar (Valencia CF), Dolcini (UC Sampdoria). Angoli: 5-1. Recupero: 2’pt.
Il Valencia si aggiudica lo scontro diretto per il primato del girone C, sconfigge e agguanta in vetta la Sampdoria e, con una gara in meno rispetto ai blucerchiati, mette una seria ipoteca sulla qualificazione alle semifinali. Gli spagnoli dominano interamente il match e trovano il vantaggio al minuto 28 con Catala, il numero 9 che sfrutta un cross di Arnau Garcia dalla sinistra e anticipa il portiere avversario. Raddoppio che arriva un minuto più tardi, ancora con Catala, il quale realizza la doppietta di tap-in dopo la respinta del portiere. Tris iberico che matura grazie al migliore in campo, Arnau Garcia, che 3 minuti dopo l’inizio della ripresa dalla sinistra effettua un tiro-cross insidioso di destro che supera Rossi. C’è spazio anche per la sua doppietta al 41’ dal dischetto: sfera da una parte e portiere dall’altra. 5-0 siglato da Chanfreut che a tu per tu con l’estremo difensore avversario non sbaglia e 6-0 finale di Moreno, il cui destro dall’interno dell’area supera Rossi.

AS URBETEVERE CALCIO-JUVENTUS FC 1-3
AS URBETEVERE CALCIO (4-1-4-1): Giannetti (36’ Ficorella); Pacetti (53’ Stella), Del Monaco (C), Mancini (39’ Campoli), D’Apice (60’ Chimenti); Bontempi; Colace, Golino, Petrosemolo (43’ Capotosti), Volponi (36’ Goldin); Riosa (43’ De Minicis). All.: Cicchetti.
JUVENTUS FC (4-3-3): Oliveto (62’ Cordaro); Savotta, Giorcelli, Antolitti (36’ Salducco), Liberti; Miretti (C), Andretta (62’ Palazzo), Pisapia (46’ Ordia); De Toffol (36’ Mauro), Bonetti (67’ Saio), Petronelli (46’ Andreano). All.: Valenti.
ARBITRO: Veri di Aprilia.
MARCATORI: 4’ Golino (AS Urbetevere Calcio), 19’ Bonetti (Juventus FC), 42’ rig. Salducco (Juventus FC), 66’ Bonetti (Juventus FC)
NOTE: Ammoniti: Ficorella (AS Urbetevere Calcio), Andretta (Juventus FC), Salducco (Juventus FC), Del Monaco (AS Urbetevere Calcio). Angoli: 1-5. Recupero: 3’st.
Terza vittoria consecutiva per la Juventus di Valenti che regola in rimonta l’Urbetevere di Cicchetti e si presenta a punteggio pieno allo scontro diretto con il Barcellona che metterà in palio l’accesso alle semifinali. I gialloblù capitolini, dopo essere passati in vantaggio al 4’ con Golino, vengono agguantati dalla rete del numero 9 bianconero e capocannoniere della rassegna, Bonetti, al 19’ prima che, nella ripresa, il direttore di gara, il signor Veri di Aprilia, assegni un calcio di rigore per la Juventus, il quale viene puntualmente realizzato con il mancino da un impeccabile Salducco al 42’. Il definitivo 3-1 per i bianconeri lo mette a segno ancora una volta Bonetti, che, in contropiede, trafigge in uscita l’estremo difensore avversario, Ficorella, al 66’.

FC BARCELONA-AC PERUGIA 5-1
FC BARCELONA (4-3-3): Garcia (36’ Sanchez); Martinez (30’ Juanola), Bernardo (C), Navarro (36’ Canete), Vega (51’ Sola); Pelaz, Casado, Ginard (36’ Simons); Saidou, Farnos (36’ Dos Reis), Lopez (36’ Munoz). All.: Martinez.
AC PERUGIA (4-2-3-1): Raschielli; Barbarossa (45’ Chabat), Leonardi, Roscini, Farinelli; Tiny (C) (35’ Brunetti), Lentini (26’ Papa); Mattioli (58’ Marino), Gaudini, Senigaglia; Lunghi (39’ Proia). A disp.: Rosi, Papi. All.: Giovannelli.
ARBITRO: Pieralisi di Aprilia.
MARCATORI: 10’ Ginard (FC Barcelona), 39’ Roscini aut. (FC Barcelona), 42’ Pelaz (FC Barcelona), 56’ Papa (AC Perugia), 65’ Dos Reis (FC Barcelona), 70’+2’ Simons rig. (FC Barcelona)
NOTE: Angoli: 3-1. Recupero: 2’pt, 3’st.
Immediata risposta del Barcellona al tentativo di fuga della Juventus. I vicecampioni in carica hanno disposto 5-1 del Perugia, al secondo ko in tre gare, restando nella scia dei bianconeri, in testa a punteggio pieno dopo tre gare. I blaugrana di Martinez trovano il vantaggio al 10’ del primo tempo, grazie alla splendida punizione realizzata da Alejandro Ginard, che dai 20 metri conclude sopra la barriera. Raddoppio che arriva nella ripresa, con Canete che tenta il sinistro e trova la deviazione sfortunata e decisiva di Roscini. Terza segnatura che porta la firma di Pelaz al 42’, il suo sinistro all’interno dell’area di rigore termina in fondo al sacco alla sinistra di Raschielli. Perugia che accorcia le distanze con l’ottimo Papa, che in progressione si presenta a tu per tu con il portiere avversario: la sua prima conclusione viene respinta, ma sulla ribattuta è il più lesto e sigla il 3-1. Quarta rete per gli spagnoli che invece viene siglata da Dos Reis, il quale dopo il contrasto vinto realizza da posizione leggermente defilata, a due passi dalla porta. Chiude il match il rigore della stellina della rassegna, Xavi Simons, che spiazza il portiere dal dischetto.

PANATHINAIKOS FC-DELFINO PESCARA 1936 3-1
PANATHINAIKOS FC (4-3-1-2): Panidis; Garmpis (62’ Stammoykos), Frokoy, Kryparakos, Karnesis; Avgerinos, Dimosimeniadis (60’ Mavroydis), Avlonitis (49’ Pantidis); Torra (62’ Avgerinos); Grammenos (44’ Chaikalis), Tzavidas (C). A disp.: Frokoy, Makrodmitris, Nikolaoy, Dimitrakopoylos. All.: Panelis.
DELFINO PESCARA 1936 (4-2-3-1): Chicarella; Serpetti (47’ Silvestri), Ferrini (60’ Napoleone), Bratelli, Belli; Piedimonte, Palmaricciotti; Peschetola (C), D’Ilario (36’ Claudio), La Torre (54’ Palombizio); Bana. A disp.: Cipriani, Verzulli, Restaneo. All.: Ciannavei.
ARBITRO: Di Luzio di Aprilia.
MARCATORI: 19’ Torra (Panathinaikos FC), 24’ Avlonitis (Panathinaikos FC), 46’ Chaikalis (Panathinaikos FC), 50’ Bana (Delfino Pescara 1936)
NOTE: Ammoniti: Dimosimeniadis (Panathinaikos FC), Palmaricciotti (Delfino Pescara 1936). Angoli: 2-7. Recupero: 1’pt, 2’st.
Il Panathinaikos batte il Pescara e risponde a distanza alla Roma, raggiungendo provvisoriamente i giallorossi di Lucarelli a quota 6 punti ma restando alle spalle in virtù della peggiore differenza reti. Gli ellenici di Panelis, passati avanti al 19’ con Torra, raddoppiano al 24’ con Avlonitis chiudendo la prima frazione in vantaggio per 2-0. Nella ripresa, dopo il terzo gol greco firmato da Chaikalis al 46’, il Delfino accorcia le distanze con Bana al 50’ uccellando l’estremo difensore avversario, Panidis, in uscita.

ASD LODIGIANI CALCIO-FC INTERNAZIONALE 3-1
ASD LODIGIANI CALCIO (4-3-3): Malucelli; Spaccatrosi (57’ Celico), Carrettucci, Deratti (51’ Fiorani), Maggese (48’ Di Rocco); Piccolelli, Mostacci (C), Astancoli; Pittaccio (40’ Di Stefano), Battisti (57’ Di Rollo), Luciano (26’ Del Latte). A disp.: Lucatelli. All.: Santucci.
FC INTERNAZIONALE (4-2-3-1): Fasolini; Lanati (49’ Minotti), Chiarion, Zalli (C), Donarini; Chierichetti (67’ Opizzi), De Milato; Pucci (42’ Patrignani), Butti (49’ Bergantin), Gnonto (13’ La Torre); Fusto (36’ Poku).
A disp.: Gerardi. All.: Bellinzaghi.
ARBITRO: Crescenzio di Aprilia.
MARCATORI: 40’ Piccolelli (ASD Lodigiani Calcio), 45’ Astancolli (ASD Lodigiani Calcio), 55’ Di Stefano (ASD Lodigiani Calcio), 70’ Poku (FC Internazionale)
NOTE: Angoli: 2-6. Recupero: 4’st.
Seconda sconfitta in tre match per i campioni in carica dell’Inter, che azzerano così le loro chance di ottenere il pass per le semifinali. Fa festa la Lodigiani di Santucci, già splendida rivelazione un anno fa e capace di ottenere con pieno merito i tre punti all’indomani della beffa last minute patita contro la Sampdoria. I nerazzurri di Bellinzaghi, dopo aver colpito una traversa al 23’ con il destro da fuori area del loro numero 10 Butti, cadono inesorabilmente, nella ripresa, sotto i colpi dei capitolini che, grazie alle reti di Piccolelli al 40’, Astancolli al 45’ e Di Stefano al 55’, si portano sul momentaneo 3-0. Nel finale, al 70’, c’è tempo per il gol della bandiera dei nerazzurri con il calcio di punizione dai 25 metri calciato con il destro da Poku. La Lodigiani conquista la sua prima vittoria nel raggruppamento A rimanendo saldamente in corsa per la qualificazione.

PFK BOTEV PLOVDIV-EMPOLI FC 0-6
PFK BOTEV PLOVDIV (4-2-3-1): Karastoykov (58’ Botev); Velichkov (53’ Mlekanov) Hristov, Vasilev (C), Boev; Stoichkov, Stanchov; Stambolov (58’ Kikov), Aramazov, Naydenov; Nikolov (54’ Georgiev). A disp.: Koteterov, Angelov, Dimitrov. All.: Datchev.
EMPOLI FC (4-4-2): Paci; Franceschi (58’ Mureddu), Morelli ©, Curumi (54’ Nobile), Gonfiantin (54’ Edu Mengue)i; Natale, Petrini (36’ Degl’Innocenti), Rizza (36’ Boganini), Rossi (42’ Angheluta); Belluomini, Baldanzi. A disp.: Biagini. All.: Bombardieri.
ARBITRO: Pisarra di Aprilia.
MARCATORI: 4’ Rossi (Empoli FC), 16’ Belluomini (Empoli FC), 46’ Belluomini (Empoli FC), 47’ Belluomini (Empoli FC), 51’ Belluomini (Empoli FC), 70’+3’ Baldanzi (Empoli FC)
NOTE: Ammoniti: Stambolov (PFK Botev Plovdiv), Petrini (Empoli FC), Hristov (PFK Botev Plovdiv). Angoli: 2-5. Recupero: 1’pt, 5’st.
Seconda vittoria consecutiva per l’Empoli di Bombardieri che resta saldamente in corsa per l’accesso alle semifinali. Eliminati dopo appena due uscite, invece, i bulgari del Botev Plovdiv, espressione giovanile della più antica società balcanica in attività. I toscani passano in vantaggio al 4’ con Rossi, che dalla sinistra effettua un gran sinistro in diagonale che si insacca nell’angolino alla sinistra del portiere del Botev. Raddoppio che arriva al 16’, questa volta è Belluomini che inaugura il personalissimo show trafiggendo in diagonale Karastoykov.
Doppietta personale e 3-0 che giunge nella ripresa: bellissima l’azione partita dal gran lancio di Degl’Innocenti per Boganini che dalla destra effettua un cross al centro tradotto in rete, di testa, dal solito Belluomini. Poker azzurro che porta ancora la firma di Belluomini: il centravanti riceve palla al limite, si gira e conclude di destro, piazzando la sfera nell’angolo basso. Poker personale e 5-0 per i toscani al 51’: conclusione all’interno dell’area di rigore del numero 9 che termina alla sinistra del portiere avversario. Proprio allo scadere arriva anche il timbro di Baldanzi che, di potenza, chiude il match.

SS RACING CLUB ROMA-SS LAZIO 0-3
SS RACING CLUB ROMA (4-3-3): Raponi; Vangone (C), Gorcea, Mollo D (36’ Valeri)., Bravi; Mari Mo. (51’ Andrenacci), Giovanazzi (36’ Saliani), Marchi (43’ Corsi); Mollo M. (36’ Diaco), Pastore (48’ Melis), Pennacchia. A disp.: Pellizzon. All.: Rivetta.
SS LAZIO (3-4-3): Benvenuti; Pollini (C), Migliorati, Vitale; Talamonti, Adilardi (46’ Visconti), Manzo (58’ Soddu) Marinacci (36’ Ancillai); Santilli (69’ Floriani Mussolini), Serafini, Mari Ma (67’ Castigliani). A disp.: Di Fusco, Ferrato. All.: Cardone.
ARBITRO: Felici di Aprilia.
MARCATORI: 6’ Serafini (SS Lazio), 20’ Serafini (SS Lazio), 53’ Ancillai (SS Lazio)
NOTE: Ammoniti: Adilardi (SS Lazio), Ancillai (SS Lazio). Angoli: 6-5. Recupero: 1’pt, 3’st.
La Lazio di Cardone risponde a distanza all’Empoli sconfiggendo i padroni di casa del Racing Club. Partono subito bene i biancocelesti con la rete del numero 9 Jules Serafini, il quale scatta in velocità ed è poi fortunato nel contrasto tra due difensori avversari a ritrovare il pallone tra i piedi: la sua conclusione all’interno dell’area di rigore si insacca in rete alla destra del portiere del team di Rivetta. Lo stesso attaccante raddoppia al minuto numero 20, capitalizzando l’ottimo cross dalla destra di Santilli e infilando la settima gemma personale nella rassegna. Chiude il match Ancillai, che si inserisce in area di rigore e di destro batte Raponi.

ASD SAVIO-AS ROMA 2-5
ASD SAVIO (4-3-3): Pucciarelli (70+2’ Moretti); Palombi (55’ Caroccia), Cafiero, Paolantoni (C), Pelosi; Del Grande (59’ Fraioli), Perna (63’ Bei), De Sanctis; Tani (39’ Faziani), Capone, Ambrosini. A disp.: Moretti, Mazza, Cataldi. All.: Iacovolta.
AS ROMA (4-3-3): Marsili; Mariani, Di Corato (C), Petrucci, Rocchetti (36’ Ferrari); Ferrante (39’ Mancino), Bruno (68’ Diaby), Anticoli (54’ Palazzino); Giorgi (40’ Di Bartolo), Meloni (39’ Cantarelli), Modugno. A disp.: Poverini. All.: Lucarelli.
ARBITRO: Sig. Sardilli di Aprilia.
MARCATORI: 5’ Meloni (AS Roma), 8’ Giorgi (AS Roma), 9’ Tani (AS Savio), 14’ Paolantoni (AS Savio), 32’ Giorgi (AS Roma), 34’ Ferrante (AS Roma), 67’ Mancino (AS Roma).
NOTE: Ammoniti: Mariani (AS Roma). Angoli: 1-6. Recupero: 3’st.
La Roma di Lucarelli resta a punteggio pieno calando il pokerissimo a spese di un Savio coriaceo nel recuperare il doppio svantaggio iniziale prima di soccombere al maggior tasso tecnico avversario. I giallorossi, dopo essere passati in vantaggio al 5’ con Meloni, raddoppiano all’8’ con Giorgi prima che, un minuto dopo, Tani accorci le distanze per il Savio. I Blues, che trovano momentaneamente la rete del pari al 14’ con il magistrale mancino su calcio di punizione dai 30 metri di Paolantoni, chiudono la prima frazione sotto di due rete dopo aver subito ancora da Giorgi, autore di una doppietta, e Ferrante al 34’. Nella ripresa chiude definitivamente i conti in favore della Roma la rete al 67’ del subentrante Mancino.