ANZIO, CALCIO, MATCH MANFREDONIA: LA CRONACA

Lo stesso Longobardi va vicino al raddoppio al 16’, poi sono i sipontini a salire in cattedra e ribaltare il risultato nel giro di due minuti, tra il 25’ ed il 27’. Vergori batte Rizzaro da due passi sugli sviluppi di un calcio di punizione battuto dalla sinistra da La Porta, Coccia firma il sorpasso con un destro dai venticinque metri che si insacca nell’angolo alto alla destra dell’estremo difensore neroniano. Giampaolo, al 31’, va vicino al pareggio ma il suo colpo di testa dal cuore dell’area di rigore viene alzato in angolo da Tarolli. Giampaolo ancora protagonista in avvio di ripresa, quando addomestica un pallone in area di rigore, si libera del diretto marcatore ma, dal limite dell’area piccola, calcia alto graziando Tarolli. Nel momento migliore, l’Anzio resta in dieci. Ivone è costretto a stendere Rinaldi, lanciato in campo aperto da Malcore e per il direttore di gara ci sono gli estremi per il fallo da ultimo uomo. Seppur in inferiorità numerica, i padroni di casa spingono e vanno vicino al pareggio con il neo entrato Roberti, servito sul primo palo da De Vivo. Il due a due arriva al 73’ e porta ancora la firma di Santarelli, che dalla trequarti sinistra disegna una parabola velenosa su calcio di punizione e beffa l’incerto Tarolli. Prima del fischio finale c’è tempo per annotare altri due cartellini rossi, il primo a carico di Vergori, espulso per somma di ammonizioni, il secondo lo rimedia De Vivo, che entra in ritardo sulla trequarti d’attacco e chiude in anticipo il suo personale derby pugliese. L’Anzio sale a quota cinque in classifica e, nel prossimo turno, affronterà il Potenza. Per i sipontini è il primo punto in trasferta in questo campionato.

ANZIO CALCIO 1924 – MANFREDONIA 2-2
ANZIO (4-3-1-2): Rizzaro; Di Pietro (41’pt Ceccarelli), Mazzei, Pucino, Ivone; Santarelli, De Vivo, D’Amato; Giampaolo (10’st Miocchi); Bernardotto, Longobardi (16’st Roberti). A disp.: Benedetti, Silvagni, Lauri, Petrini, Bispuri, Delvecchio. All.: D’Agostino
MANFREDONIA : Tarolli; Romeo, Vergori, De Filippo; Coccia (33’st Pellegrino), Pazienza, Vicedomini, Raho; Rinaldi, Malcore (37’st Bozzi), La Porta (26’st Romito). A disp.: Longobardi, Ese, Gentile, Esposito, Bonabitacola, Castrì. All.: Vadacca
MARCATORI: 4’pt Santarelli (A), 25’pt Vergori (M), 27’pt Coccia (M), 28’st Santarelli (A)
ARBITRO: Votta di Moliterno
ASSISTENTI: Ammannati di Pisa – Ricciardi di Ancona
NOTE – Espulsi Ivone al 14’st per fallo da ultimo uomo, Vergori al 30’st per somma di ammonizioni, De Vivo al 36’st per gioco pericoloso. Ammoniti: Di Pietro, Vergori, Longobardi, De Filippo. Angoli: 9-4. Recupero: 3’pt, 5’st
NOTE Ammoniti Perrotti, Casciotti, Nardini, Piccheri, Piscopo Angoli 4-1 Rec. 1’pt – 3’st

Fonte: Ufficio Stampa Anzio Calcio 1924
Testo e foto di Matteo Ferri