ALBANO LAZIALE, IL COMUNE RICORDA IL CASO PRIEBKE

Il Sindaco Nicola Marini ha commentato: «La Città di Albano Laziale in quel giorno ha ricordato a tutti i valori su cui si fonda la nostra libertà, la nostra Costituzione, la nostra democrazia e che stanno alla base proprio dell’azione che, il 15 ottobre 2013, i cittadini di Albano hanno portato avanti pacificamente».
Lo scorso anno l’Amministrazione comunale ha reso pubbliche le lettere e le email giunte all’indomani di quel giorno, in cui si plaudiva alla Città di Albano Laziale per aver ricordato a tutti i fondamenti propri della democrazia, della Resistenza e dell’Antifascismo.
Il primo cittadino ha anche reso omaggio alla Comunità Ebraica di Roma, in occasione del 73esimo anniversario del rastrellamento nazista quando, il 16 ottobre 1943, durante l’occupazione delle truppe tedesche a Roma, oltre mille ebrei furono presi e deportati nel campo di concentramento di Auschwitz: «Non dobbiamo dimenticare. Il mostro del razzismo e dell’antisemitismo è ancora presente e solo con la memoria può essere sconfitto».