ANZIO RUGBY, VITTORIA CON BONUS NEL MATCH CON IL FIUMICINO

Dopo un inizio contratto – racconta l’ufficio stampa del club – nel quale a stazionare con costanza nella metà campo avversaria erano proprio gli ospiti, l’Anzio andava vicino a sbloccare il risultato al sedicesimo, con una punizione di Santarcagelo che terminava la sua corsa a fil di palo. Cinque minuti dopo arrivava la prima meta anziate, ad opera di Tumbarello che era lesto a sfruttare una ripartenza veloce da una palla persa dagli avversari per andare a schiacciare l’ovale vicino alla bandierina. Con la RAC avanti 5 a 0, il match proprio a fine primo tempo si innervosiva e il direttore di gara combinava due rossi, uno per parte, che lasciava le due squadre in quattordici. In apertura di ripresa si rifaceva sotto il Fiumicino, prima con un piazzato e poi con una meta arrivata grazie ad un buco al centro lasciato dalla difesa. E’ stata l’unico momento difficile per i padroni di casa, che hanno potuto contare anche sugli innesti provenienti dall’Under 18. Sotto per 10 a 5, l’Anzio reagiva con veemenza e ritornava avanti grazie ad una realizzazione di Giorgetti nata da un’azione di touche. Il parziale arrivava sul 15 a 10 grazie ad una punizione ancora di Santarcangelo, che poi a sua volta andava in meta su una percussione centrale che trovata totalmente impreparata la difesa avversaria. Avanti per 22 a 10, Colaiacovo all’esterno riusciva a marcare anche la quarta segnatura (quella che vale il punto di bonus) sorprendendo una retroguardia del Fiumicino ormai smobilitata. Con questi cinque punti l’Anzio sale al secondo posto a quota 15, in compagnia del Latina che domenica ha vinto in casa del Roma Urbe per 20 a 15, mentre il Frascati ha mantenuto l’imbattibilità superando per 20 a 12 il Segni. Dietro seguono Segni e Fiumicino a 12, ultimo Roma Urbe a 10. Proprio Latina e Anzio si incontreranno questa domenica (inizio ore 14,30) per un match che si preannuncia molto equilibrato (all’andata terminò in pareggio). In campo anche Segni contro Fiumicino e Roma Urbe contro Frascati.

Foto di Claudio Maruffa