REGIONE, CALCIO: IL CERTOSA FA SUO IL DERBY COL PRO APPIO

PRIMO TEMPO. La seconda contro la terza danno vita a un grande spettacolo, con la gara che si fa subito in discesa per gli ospiti, con un rigore ottenuto per un contatto in area tra Ciccalotti e Quadretti; dagli undici metri Torsello lo trasforma con freddezza e, già al secondo minuto, il Pro Appio si porta in vantaggio. Il Certosa, però, non resta a guardare e prova a reagire prima col traversone di Conti per De Luca che, di testa, non impensierisce Lanciano. Poi all’ottavo minuto, Palombi crossa al bacio per Cutini; il nove supera Celani, entra in area e lascia partire uno scavetto con cui ristabilisce la parità. L’1-1, però, dura poco perché al quarto d’ora Lucidi, su punizione, la indirizza a Liotti che controlla e da due passi riporta in vantaggio il Pro Appio.
Continua il botta e risposta che infiamma le tribune, e il Certosa si fa avanti prima con l’angolo di Barretta, che costringe Lanciano agli straordinari. Poi alla mezzora, Cutini intercetta la sfera da Torsello, poi entra in area e con un colpo di biliardo firma il 2-2.
I padroni di casa continuano a martellare con Conti che macina metri palla al piede poi, dopo il rapido scambio con De Luca, prova col mancino; sulla respinta, ci riprova lo stesso Conti ma non inquadra la porta. Il Pro Appio risponde sugli sviluppi di un’azione convulsa; in area Trombetta la consegna a Liotti ma il suo mancino non impensierisce Amato. A fine tempo, però, c’è il traversone di Ciccalotti, deviato da Vicalvi, per Liotti che con una rovesciata riporta in vantaggio i suoi. Doppietta per lui e 3-2 per il Pro Appio.
SECONDO TEMPO. Nella ripresa, il Certosa tenta il tutto per tutto prima con l’angolo di Barretta per la rovesciata di Palombi che non termina dove sperato. Poi al 59,’ con la lunga gittata di Todino per Ranalli; il neoentrato va di mancino ma Torsello allontana il pericolo. Continuano a martellare i padroni di casa col bolide di Palombi, che termina fuori di un soffio, e al 65’ col passaggio di Ranalli ancora per Palombi che la indirizza per Buongiorno; il nuovo acquisto ex Giardinetti, di testa, costringe Lanciano agli straordinari.
Il Pro Appio prova ad allungare con la punizione di Lucidi per Liotti ma Conti di testa lo anticipa e Amato recupera la sfera. Risponde il Certosa al 71’ col retropassaggio di Buongiorno per Palombi che entra in area e va di mancino ma Lanciano non si fa sorprendere. Ma poco dopo, lo stesso Palombi lascia partire il traversone per l’incornata vincente di Ranalli. Ed è 3-3 ma i padroni di casa non s’accontentano del pareggio, tanto che all’83’ lo stesso Ranalli, dalla fascia, consegna la sfera a De Luca che di prima intenzione firma il sorpasso. Sono su di giri i giocatori del Certosa e, in pieno recupero, Palombi da fuori area con un colpo di cannone chiude del tutto i giochi.
Sul 5-3, e dopo cinque minuti di recupero, si chiude il match. Il Certosa saluta il 2016 con la settima vittoria consecutiva e il secondo posto dietro alla capolista Bellegra Nulla da fare per il Pro Appio, che scende in quarta posizione, ma esce da questa sfida a testa alta.