PANTANELLO ANAGNI: 2-1 SUL CERTOSA

PRIMO TEMPO. La prima occasione è ad appannaggio dei padroni di casa, che al sesto ci provano con l’apertura di Ranalli per De Luca; il numero otto neroverde controlla poi decide di servire il lanciatissimo Conti che entra in area e col mancino impegna non poco Vittori. Rispondono gli ospiti prima col traversone di Passa per Morini che, di testa, no n inquadra la porta; poi col bolide di Francesco Savone che sfiora di poco il palo.
Il Certosa riparte alla carica con Ranalli e il sombrero su Paolo Savone, poi macina metri palla al piede e seppur marcato da Rigon va col mancino di poco a lato. A metà tempo lo stesso Ranalli serve Cutini che si coordina e col sinistro non inquadra di un soffio lo specchio della porta.
Il Pantanello Anagni prova a portarsi in vantaggio con la punizione di Catallo che si stampa sulla traversa; sulla sfera ancora in gioco Paravani, da due passi, sciupa una grande occasione.
I padroni di casa tornano alla carica prima col traversone di Conti per De Luca che di testa non inquadra la porta. Poi con la punizione di Palombi che trova la pronta risposta di Vittori. A fine tempo, è la volta del cross di Conti per Cutini che, di prima intenzione, costringe l’estremo difensore ospite agli straordinari.
SECONDO TEMPO. La prima frazione si chiude a reti inviolate ma, nella ripresa, arriva una grande opportunità per il Certosa, che per un fallo di Rigon su De Luca ottiene il calcio di rigore. Sul dischetto ci va Palombi ma Vittori intuisce la traiettoria e, tuffandosi alla propria destra, salva la propria porta. I padroni di casa non demordono e, al 53’, Conti decide di servire De Luca che conclude, ma Paolo Savone devia col braccio; i neroverdi chiedono il rigore ma l’arbitro lascia proseguire. E pochi istanti dopo, su contropiede, Catallo apre per Morini che riceve dopo l’esitazione di Quadretti e con un colpo di biliardo porta in vantaggio i suoi.
Sotto di un gol il Certosa cerca il pari prima col filtrante di Barretta per Ranalli, ma Vittori risponde presente; poi col cross di Coico per Cutini che sfiora di poco il palo.
Al 76’, però, su punizione battuta da Palombi, lo stesso Cutini subisce fallo da Passa e il direttore di gara non può far altro che assegnare il penalty ai neroverdi e ammonire, per la seconda volta, il numero due biancorosso, che deve abbandonare il campo.
Dagli undici metri Ranalli, a botta sicura, ristabilisce la parità. Sull’1-1, il Certosa sfiora il sorpasso col filtrante di Palombi ancora per Ranalli ma Vittori in scivolata lo anticipa. Continua il botta e risposta ma negli ultimi minuti il Pantanello Anagni si rende cinico, e lo fa con la lunga gittata di Catallo per Paravani; il nove con un destro beffa Amato e firma il gol che vale la vittoria.
Dopo quattro minuti di recupero si chiudono le ostilità. Per il Pantanello Anagni questo è il secondo successo consecutivo, con cui consolida il quarto posto; nel prossimo turno affronterà il Palestrina, reduce dal poker inflitto al Castel San Pietro Romano e che ha superato in classifica la formazione di mister Russo. Per il Certosa, invece, questa è la prima battuta d’arresto tra le proprie mura, dopo sei vittorie in altrettanti incontri; la possibilità di rifarsi ci sarà tra sette giorni contro l’Atletico Fiuggi, con cui chiuderà il girone d’andata.