AIRONE ARDEA, BASTA SEFERI: 1-0 SULLA LUDITUR

PRIMO TEMPO. Nelle prime battute, gli ospiti provano a partire in quarta con la lunga gittata di Magnano per Grielo ma la sfera arriva a Goletti. Rispondono gli aironi prima con Seferi che palla al piede entra in area e va col destro ma Carmellini devia in angolo; poi al decimo col traversone di Amici per Torri che di testa non inquadra la porta.
Continua il forcing dei padroni di casa con la punizione di Ciccolini al quarto d’ora che termina sopra la traversa. A metà tempo su un errore di Sciotti, Seferi recupera la sfera e, palla al piede, si libera dei difensori, poi s’accentra per il suo mancino che sfiora di poco il palo. Il gol non tarda ad arrivare e, alla mezzora, Feola apre per Seferi; ricevuta la sfera il sette s’invola in area e con un mancino trafigge Morselli.
L’Airone passa così in vantaggio, e sfiora il raddoppio con la punizione di Ciccolini ma Morselli in due tempi arpiona la sfera. La Luditur risponde con lo scarico di Magnano per Daniele Andreoli ma la sua conclusione termina ben oltre la porta.
RIPRESA. Nella seconda frazione, l’Airone vuol chiudere i giochi prima con l’angolo di Cipoletta che, deviato in area, arriva dalle parti di Cataffo che da fuori area non centra lo specchio. Al 53’, poi, col traversone di Mancini che trova la pronta risposta di Morselli. I padroni di casa continuano a pressare, con l’assist di Seferi per Feola che in area controlla ma, al momento di concludere, sciupa una grande occasione.
La Luditur parte alla carica prima con Grieco che dalla distanza costringe Goletti a intervenire in tuffo. Al 64’, poi, sulla punizione di Daniele Andreoli, Lombardo di testa non inquadra la porta. A metà tempo, su cross al bacio, lo stesso Daniele Andreoli colpisce la traversa e Carmellini, a porta sguarnita, sfiora il pareggio.
Sono ancora gli ospiti a tenere le redini della gara, con l’angolo di Magnano per Carmellini che di testa impegna e non poco Goletti. Al 79’ rispondono gli aironi con Seferi che in area costringe Morselli a parare in due tempi. Negli ultimi minuti ci provano col rapido scambio tra Paolo Valessi e Seferi, con il sette che palla al piede s’invola in area prima di servire Feola; il nove, al volo, colpisce la traversa. In pieno recupero, la Luditur sfiora il pari con Grielo e la sua conclusione a fil di palo.
THE END. Dopo cinque minuti di recupero si chiudono le ostilità. L’Airone Ardea conquista così la sua terza vittoria consecutiva. Nulla da fare, invece, per la Luditur, che subisce il secondo ko di fila.
Dopo questo diciannovesimo turno, la classifica è rivoluzionata e gli aironi, tuttora al quarto posto, si trovano a tre lunghezze dalla nuova capolista, il Lavinio Campoverde, che ha ottenuto i tre punti a discapito dell’Accademia Real Tuscolano; nel prossimo turno affronteranno l’Atletico Garbatella, reduce dal ko contro la Nuova Castelli Romani. Per la Luditur, invece, il prossimo avversario sarà il Real Velletri, ora terza forza del girone, che è tornato a vincere per 3-0 contro la W3 Roma Team.