LADISPOLI, BILANCIO 2017: BOTTA E RISPOSTA TRA PIERINI E I CINQUE STELLE

Secondo i grillini «L’amministrazione comunale ha approvato di recente il bilancio per l’anno 2017, prevedendo pesanti tagli finanziari che vanno a incidere negativamente sull’erogazione dei servizi socio-assistenziali ai cittadini».
«In pratica – hanno affermato i cinque stelle – il Comune non assicura più servizi come il diritto allo studio dell’alunno disabile, l’assistenza domiciliare per disabili, anziani e per coloro che si trovano in situazioni di povertà e di svantaggio sociale, né i finanziamenti necessari per le case di riposo. Assistiamo così a una vera e propria mortificazione dei diritti fondamentali della nostra Costituzione, solo per “esigenze di bilancio”. Alla luce di queste considerazioni, non possiamo che riflettere sulle tristi conseguenze legate all’approvazione del bilancio comunale per l’anno 2017 e sulle responsabilità dell’Amministrazione comunale che non è riuscita a garantire risorse finanziarie necessarie ad assicurare il riconoscimento dei diritti sociali».
La replica ai cinque stelle è arrivata a stretto giro di posta. A rispondere è stato Marco Pierini che prende di mira il programma dei pentastellati in tema di politiche sociali: «E’ singolare come il Movimento 5 Stelle di Ladispoli cerchi di dare lezioni in tema di politiche sociali quando, parlando di proposte, ciò che hanno inserito nel loro programma per la città ricalca quanto già fatto da questa amministrazione». Il candidato sindaco ha poi continuato: «L’elenco potrebbe continuare: dalla proposta in tema di ludopatia (quando si sta già promuovendo un progetto con la Asl), all’avvio di un progetto per l’assistenza a donne e bambini vittime di maltrattamenti (esiste da tempo lo sportello antiviolenza in collaborazione con Cerveteri). Insomma, una domanda sorge spontanea – conclude il candidato sindaco -: ma dove avete vissuto fino ad oggi?».