REGIONE LAZIO: LO SCREENING PER IL TUMORE AL SENO ESTESO FINO AI 74 ANNI

La norma è contenuta nel decreto che contiene il nuovo piano di prevenzione per la gestione dell’alto rischio del tumore della mammella, e che nel Lazio, interessa ogni anno circa 50 mila persone. Un’altra novità contenuta in questo stesso provvedimento è costituita dalla determinazione che i centri regionali di senologia, per i primi cinque anni, sono tenuti alla presa in carico. Ciò vuole dire che alla paziente devono essere garantiti tutti i controlli previsti ed i relativi accertamenti attraverso la modalità del richiamo attivo cioè senza che la donna interessata debba prenotarli o recarsi dal medico per la prescrizione dell’accertamento necessario. Tutto deve avvenire in automatico e la responsabilità è dei centri senologici che nel Lazio sono 15.