TARQUINIA, SABATO “IL CAPPOTTO DI CARDARELLI”, PASSEGGIATA RACCONTO NEI LUOGHI DEL POETA

Dopo gli indirizzi di saluto dell’assessore alla cultura e politiche giovanili Angelo Centini, l’iniziativa si snoderà per vie e piazze della città maremmana, nei luoghi della Corneto-Tarquinia di Vincenzo Cardarelli, in compagnia dei suoi versi e delle sue prose favolose.
Scelta, montaggio dei brani e allestimento dell’itinerario a cura di Paola Bertoncini, Anna Rita Pozzi ed Elena Ronca, apprendiste narratrici del master Dibaf-Unitus per “Narratori di comunità”. Le apprendiste affiancheranno Pietro Benedetti anche nella lettura dei brani. Maestro di cerimonia, come sempre, Antonello Ricci.
Partecipazione libera.
L’iniziativa si concluderà nella splendida cornice di palazzo Bruschi Falgari, nella civica biblioteca intitolata a cardarelli, con un aperitivo offerto dagli organizzatori del festival.
L’iniziativa è dedicata alla cara memoria di Luciano Marziano.

E per il pomeriggio di domenica 18 giugno (appuntamento in piazza Cavour, ore 18.00), Comune di Tarquinia e Banda del racconto annunciano già il bis. Sempre in calendario per il festival Tarquinia Cardarelli, appuntamento con l’assolutamente inedita passeggiata: “Titta Marini, mangiator di nocchie e altre storie cornetane”, omaggio narrativo “itinerante” a Titta Marini, poeta dialettale tarquiniese e amico sincero dello stesso Cardarelli, che non esitò a giudicarlo «più bravo di Trilussa» (Seapress)