CLASSI GELIDE, IL CONSIGLIERE RICCARDO FERRI: “DA ZITO TROPPE CHIACCHIERE E POCHI FATTI”

Ripresa di anno scolastico tra le polemiche a Cerveteri. Ad accenderle, è Riccardo Ferri, Consigliere comunale di Cerveteri, che attraverso i social Network si scaglia contro il Vicesindaco e Assessore all’edilizia scolastica per il troppo freddo che questa mattina gli alunni hanno patito all’interno degl istituti scolastici: “Facebook mi chiede cosa sto pensando? Che dopo le vacanze di natale, dopo che ieri la maggior parte degli amministratori comunali si sono rincorsi a dichiarare che avrebbero acceso il riscaldamenti nelle scuole già da ieri sera, a cerveteri nel plesso di via Marieni, la scuola è completamente al gelo, impianto di riscaldamento non funziona, caro Giuseppe Zito, ma non avevi dichiarato ieri che erano stati controllati ed accesi tutti gli impianti Se ne dicono tante!, a proposito di freddo, chi la fa sotto la neve… poi si scopre! Troppe chiacchiere e pochi fatti”. Non è tardata ad arrivare la risposta del Vicesindaco Zito. Per quanto riguarda la scuola di Cerenova, Zito ha precisato che nella nottata di oggi si è verificato un guasto tecnico (probabilmente a causa del freddo, ndr), ripristinato intorno alle 10.30 di questa mattina. Per chi ha lamentato la situazione di freddo e gelo all’interno dell’Istituto Mattei, il Vicesindaco ha ribatido che l’Istituto non è di competenza comunale, ma come ben noto dell’Area Metropolitana di Roma Capitale. Per quanto riguarda la situazione in generale nei plessi scolastici invece, sembra che il freddo di questa mattina sia dovuto oltre alle temperature davvero gelide, al fatto che sempre nella nottata di oggi le caldaie siano andate in blocco. Il sindaco Alessio Pascucci ha chiarito in merito: “Nonostante i controlli effettuati nel finesettimana sulle caldaie di tutti i plessi scolastici e le rassicurazioni che ho ricevuto in merito, stamattina in alcuni plessi ci sono stati dei problemi. Per questo vorrei iniziare scusandomi con i bambini, con le famiglie e con tutto il personale per il disagio arrecato. E, poiché ritengo imprescindibile mettere al corrente i cittadini su cosa è successo, ho già chiesto al nostro ufficio tecnico una relazione dettagliata per capire esattamente come sono andate le cose e dove sono le responsabilità per l’accaduto. Quello che è successo è inaccettabile. Saremo in grado di essere più puntuali a seguito del ricevimento di questa relazione. Nel corso però dei primi sopralluoghi effettuati stamattina, ad alcuni dei quali ho partecipato personalmente insieme al Vicesindaco Giuseppe Zito, sono emersi alcuni aspetti. Ci tengo a dire innanzi tutto che quasi tutti i 18 plessi non hanno avuto problemi. Nello specifico abbiamo avuto i seguenti disagi. Borgo San Martino – Le bassissime temperature di questa notte hanno gelato le tubature del plesso di San Martino. Questo ha impedito al riscaldamento di accendersi. Per questo stamattina è stata emessa un’ordinanza di chiusura. Oggi pomeriggio la situazione dovrebbe tornare alla normalità e a breve vi comunicheremo l’eventuale riapertura (che presumiamo sia già domani mattina). Cerenova – via Castel Giuliano – L’impianto di riscaldamento è risultato perfettamente funzionante. Il ritardo nell’accensione è stato dovuto a una mancanza di energia elettrica che ha danneggiato il sistema di avvio automatico. Dalle ore 11:00 il sistema è ripartito. La scuola è tornata alla normalità. I Terzi – Dal sopralluogo il sistema è risultato funzionante. Non è ancora chiaro il motivo del disagio avvenuto. Il problema è stato però risolto e dalle ore 8 l’impianto della scuola è attivo. Plesso di Via Marieni (Primarie) – Uno dei due impianti di riscaldamento è andato in blocco (l’altro ha funzionato dall’inizio). L’intervento è stato effettuato e il problema risolto. Mi scuso ancora con i bambini delle scuole interessate dai problemi, con le famiglie e con tutto il personale. Con l’eccezione del plesso di Borgo San Martino, tutte le scuole sono in questo momento funzionanti e domani saranno in servizio”.