Lazio, Zingaretti partecipa a celebrazioni religiose di Amatrice, Cittareale e Accumuli

Lazio – Una giornata di ricordo, commemorazione e riflessione. A un anno dal terremoto che ha colpito il Centro Italia e anche il Lazio, le comunità dei Comuni colpiti si sono riunite in momenti di preghiera e raccoglimento per ricordare le vittime ed essere vicini alle rispettive famiglie. Le funzioni religiose, officiate dal vescovo di Rieti, Domenico Pompili, si sono tenute questa mattina ad Amatrice, nel pomeriggio a Cittareale e in serata ad Accumoli.
“Oggi è il giorno del ricordo, il momento per stringerci ai nostri concittadini e alle famiglie che stanno tornando qui dove sono nate e cresciute. Restituiremo nuova vita a questa terra, non è solo un impegno di governo, ma un impegno etico prima di tutto”, ha affermato il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, che sta prendendo parte a tutte le celebrazioni religiose di questa giornata di commemorazione.
“Oggi tra Amatrice e Accumoli abbiamo consegnato oltre 500 case, entro fine mese saranno oltre 600, e intanto riprendono ad aprire le attività commerciali – ha aggiunto Zingaretti – La strada è ancora lunga ma la cosa importante è che una giornata drammatica come quella di oggi sia insieme la giornata del ricordo ma anche della voglia di non mollare, perché questo che tiene accesa la speranza”.

24 Agosto 2017