CINQUE STELLE: “L’AMMINISTRAZIONE MORTIFICA I GIOVANI DI LADISPOLI”

“Ancora una volta, la politica locale ignora le istanze delle nuove generazioni. La notte di capodanno, il Centro di Aggregazione Giovanile (CAG) è stato concesso a un’associazione per lo svolgimento di una festa di fine anno. Tale fatto ha provocato la giusta indignazione dei ragazzi del Consiglio Comunale Giovanile, i quali avrebbero più volte chiesto la concessione e la gestione dello spazio per attività culturali aperte al pubblico, senza ricevere risposta. I fatti di capodanno riguardanti il CAG hanno mostrato, nuovamente, il lato peggiore di questa Amministrazione: pressappochismo, incapacità, non rispetto delle regole e la solita dose di imbarazzanti falsità, prontamente smascherate dall’inchiesta di un noto giornale locale. L’amministrazione comunale si era infatti affrettata a precisare che la concessione del CAG all’associazione “Eventi città di Ladispoli” fosse avvenuta rispettando i tempi e i modi previsti; tesi clamorosamente smentita dall’articolo sopracitato. Cosa ci insegna questa vicenda? Che la politica ladispolana ha perso da tempo il contatto con le necessità e le esigenze dei cittadini e, pur di coprire le proprie mancanze e i propri errori, si rifugia nell’insulto (il consigliere Ciampa che invita i ragazzi del Consiglio Giovanile a giocare alla play station) e in esternazioni dell’Amministrazione piene di palesi inesattezze e falsità. Tutto ciò a discapito dei ragazzi del Consiglio Comunale Giovanile, rappresentanti il futuro della nostra città. La popolazione di Ladispoli ha un’età media piuttosto bassa, in controtendenza rispetto alle statistiche nazionali. A maggior ragione, quindi, la politica locale avrebbe il dovere di rivolgere costantemente le proprie attenzioni alle nuove generazioni, offrendo opportunità concrete di crescita culturale e occupazionale. Come al solito, questa Amministrazione appare invece inadeguata, incapace o “distratta” da altro e il risultato è la costante mortificazione dei propri cittadini. Da parte nostra, ci teniamo a manifestare la nostra solidarietà ai ragazzi del Consiglio Comunale Giovanile, annunciando la nostra partecipazione alla seduta del Consiglio del prossimo 9 gennaio. Avremo modo a breve di presentare il nostro programma, nel quale le politiche dedicate ai giovani trovano ampio spazio, con proposte concrete e realizzabili, come una politica lungimirante e attenta deve saper fare guardando al futuro del proprio territorio e di chi lo abita”.