Salta il Consiglio Comunale. Cozzolino attaccato alla presenza di tutti i suoi consiglieri

Consiglio comunale saltato questa mattina all’Aula Pucci. La massima assise doveva votare il documento unico di programmazione 2018-2020 ma la maggioranza non ha avuto i numeri per andare avanti per l’assenza di Rolando La Rosa.
Quando la presidente del consiglio comunale Alessandra RIccetti ha lasciato l’aula, la minoranza si è alzata dai banchi ed il numero legale è venuto meno.
La presidente Riccetti è stata attaccata duramente dal sindaco Cozzolino: “Non ha più la serenità e l’imparzialità per ricoprire il ruolo di garante dell’assise”.
Duro attacco anche da parte del consigliere Righini: “Per la seconda volta in meno di un mese il presidente del consiglio comunale Alessandra Riccetti abbandona a seduta in corso i lavori dell’assise, che è tenuta a presiedere e per il quale ruolo è stipendiata dai cittadini, senza fornire alcuna giustificazione né ai consiglieri comunali nè alla città tutta”.
In realtà il problema di Cozzolino è quello di avere una maggioranza ormai ridotta all’osso con Girolami e Riccetti che sono usciti dal Movimenti Cinque Stelle e con l’assenza cronica ormai della consigliera Bagnano Cozzolino è aggrappato alla sola presenza di tutti gli altri consiglieri di maggioranza.
Questo problema potrebbe causare problemi anche per i prossimi mesi. Notizia ricorrente è che un consigliere comunale effettuerà tra ottobre e novembre un lungo viaggio in oriente. La maggioranza di Cozzolino non avrà quindi i numeri legali per reggere da sola un consiglio comunale. Insomma si profila un autunno di fuoco e numeri.
Prima della chiusura del consiglio è stata votata all’unanimità la proposta del consigliere comunale Perello di cambiare in corso Centumcellae corso centocelle, come auspicato da anni dallo storico locale Toti
(Seapress)