Albano Laziale: i giovani protagonisti di “Puliamo il mondo” con le Ambientiadi 2017

0
82

Albano Laziale –E’ in occasione della 25esima edizione di Puliamo il Mondo, evento ideato da Legambiente, che saranno presentate ad Albano le Ambientiadi 2017. Il progetto di educazione ambientale, incentrato sulla raccolta differenziata dei rifiuti, vede come destinatari e protagonisti gli studenti e le studentesse delle scuole primarie di Albano Laziale. Le Ambientiadi si prefiggono infatti l’obiettivo di far acquisire ai ragazzi condotte ambientali corrette con particolare attenzione alla raccolta differenziata dei rifiuti e del loro riutilizzo, recupero e riciclo. Per queste ragioni, il progetto promosso dagli Assessorati alla Pubblica Istruzione e all’Ambiente e da Volsca Ambiente e Servizi S.p.a., si articola in due parti, una didattica ed una ludica.
Per una completa comprensione della tematica trattata è prevista una visita presso il Centro di Raccolta Comunale di Albano Laziale e un colloquio con personale specializzato della Volsca Ambiente e Servizi S.p.A., durante il quale saranno illustrati agli alunni gli aspetti tecnici attinenti il circuito dei rifiuti. La fase ludica ha ad oggetto, invece, la raccolta differenziata di materiali, nello specifico pile usate e piccolo materiale elettrico ed elettronico, per i quali saranno posizionati nelle scuole appositi cassonetti. Con il materiale raccolto potranno essere realizzati prodotti di vario tipo e i più originali saranno premiati durante la giornata ecologica organizzata dal Comune di Albano Laziale e prevista per la primavera 2018.
«Quelle che partono oggi – ha commentato il Consigliere Luca Andreassi – saranno delle specialissime olimpiadi destinate ai ragazzi, che si sfideranno in nome del riciclo e della riuso realizzando prodotti con il materiale recuperato».
« Quest’anno abbiamo voluto dare una veste totalmente nuova a questa iniziativa – ha poi aggiunto l’ Assessore alla Pubblica Istruzione Alessandra Zeppieri – che portiamo avanti da diversi anni, concentrandoci su quella tipologia di materiale che nella maniera meno corretta viene differenziato».
«I giovani di oggi – ha dichiarato in ultimo l’Assessore all’Ambiente, Aldo Oroccini – diventeranno i consumatori di domani. Pertanto è necessario fare affidamento sulla loro sensibilità per diffondere e mettere in pratica uno sviluppo sostenibile, che passa anche attraverso l’agire quotidiano di ognuno di noi che può produrre effetti significativi sull’ambiente».