Lotta alla Mafia nelle Olimpiadi della Cultura e del Talento

continua senza sosta, soprattutto in vista della nona edizione del concorso internazionale dedicato ai ragazzi delle scuole medie superiori.
Grazie al lavoro svolto dai ragazzi del neonato staff Nord Italia con sede a Torino, l’associazione Olimpiadi della Cultura e del Talento ha instaurato una fruttuosa collaborazione con l’associazione “Libera” di don Ciotti, in prima linea nella lotta contro le mafie, attraverso il contatto con la referente della regione Piemonte.
Una volta superate le semifinali, che avranno luogo (per le squadre italiane) presso il teatro Traiano di Civitavecchia, i partecipanti alle Olimpiadi della Cultura e del Talento dovranno realizzare un cortometraggio, di cui è già noto il titolo: “Mafie e legalità”.
La squadra che vedrà classificato al primo posto il proprio cortometraggio sarà premiata con un soggiorno all’interno di una delle strutture realizzate sui terreni confiscati alla mafia.