Idrico, torna operativo l’impianto Csp

CIVITAVECCHIA – Buone notizie per il settore idrico cittadino. Sembra essere ripreso a pieno regime il servizio per quanto riguarda l’impianto di Csp, dopo la torbida del Mignone dei giorni scorsi. Il delegato all’idrico del Sindaco ha spiegato che non c’è niente di cui preoccuparsi, nonostante il fenomeno si sia ripetuto più volte.
Sarebbe tutto legato alla siccità dei mesi scorsi. Il terreno non è stato ‘‘pulito’’ dalle piogge, "la situazione è tornata alla normalità – ha detto – c’è stato qualche problema ma tutto sommato abbiamo resistito bene. Comunque siamo rientrati e siamo in grado di fornire gli 80 – 85 litri al secondo abituali. Le torbide sono dovute al fatto che non si tratta di un terreno ‘‘compatto’’ e non avendo piovuto negli ultimi mesi è ancora arido".
Altra buona notizia è il fatto che non siano più necessarie le manovre che hanno consentito per tutto il periodo estivo di concedere acqua a tutte le zone della città a ore ‘‘alterne’’. Tra saracinesche e deviazioni i tecnici del Comune si sono ingegnati per rifornire tutti i serbatoi cittadini. "Non è più necessario – ha continuato il delegato – perché siamo riusciti a trovare un equilibrio tra l’acqua che arriva e quella che viene consumata". Tasto dolente è quello delle perdite.
"Non ci nascondiamo – ha evidenziato – sono diffuse in tutta la città ma, dopo le feste, partiremo con le varie riparazioni. Il problema è che si tratta di tubature che hanno dai 40 ai 50 anni di età e si trovano vicine alla superficie, quindi sono soggette all’usura del tempo e, ad esempio, delle auto che passano, degli acidi e quant’altro. Principalmente le perdite sono legate all’età dei tubi, poi magari – ha continuato – dopo averne riparata una ne troviamo un’altra, insomma non è facile ma ci stiamo lavorando». Restando in tema ‘‘perdite’’ restano in stand by i lavori per le riparazioni su Oriolo, i terreni difficoltosi hanno allungato i tempi.
"Abbiamo preferito – ha spiegato il delegato – concentrarci prima sulla città, essendo l’acqua Csp ed Acea sufficiente. Verso l’8 o il 9 comunque partiremo con i lavori per le tre perdite. Una si trova a Canale monterano e due verso Santa Severa". Per quanto riguarda piazzale Torraca, invece, dopo mesi di sofferenza "grazie all’allaccio che abbiamo fatto la situazione sembra ottima – ha concluso – la zona Uliveto ora è tutta coperta. Dopo la Befana si procederà con l’installazione dei serbatoi nel piazzale".
(seapress)