Roma, prometteva posti di lavoro, arrestato truffatore campano di 52anni

Roma – Millantava conoscenze nella politica e nel mondo dei servizi segreti e una volta individuata la vittima, si presentava come incaricato dall’onorevole di turno per reclutare personale da assumere in istituti di vigilanza di prossima apertura. Prometteva dunque posti di lavoro come guardie giurate particolari con la condizione però di versare immediatamente una somma di denaro, destinata al disbrigo di pratiche, bolli e visita medica d’idoneità. Una volta ottenuto il contante il gioco era fatto.
L’impostore, un truffatore seriale con un curriculum criminale di tutto rispetto, è stato incastrato dalle diverse denunce sporte dalle vittime.
Sono stati gli agenti del commissariato Vescovio, a conclusione di una capillare indagine, ad individuarlo; perquisendo la sua abitazione i poliziotti hanno trovato diversi documenti comprovanti le sue illecite attività.
Prima di ammettere le proprie responsabilità l’uomo ha tentato un ultimo, disperato tentativo per scagionarsi, riferendo agli investigatori di non saperne nulla di "quei fascicoli", che gli erano stati consegnati da un amico, solo per custodirli.
Ma dalle prove raccolte e, con il riconoscimento anche da parte delle vittime come l’autore delle truffe, per il malvivente – un 52enne di origini campane – è scattata la denuncia per il reato di truffa e sostituzione di persona.