Cerveteri, LiberaMente chiede la pulizia del piazzale esterno dell’isola ecologica in via Settevene Palo

Il portavoce del circolo territoriale di Fratelli d’Italia “LiberaMente”, operante sul territorio di Cerveteri, ha inviato una missiva agli organi di informazione per parlare di rifiuti e inquinamento ambientale. Queste le parole di Gianluca Frittellini: “Sembrerebbe che le problematiche della nostra cittadina legate ai rifiuti non siano circoscritta solamente all’abbandono degli stessi per le strade creando vere e proprie discariche abusive, ma da alcune segnalazioni pervenuteci in questi ultimi giorni, da parte di cittadini che fruiscono regolarmente dell’isola ecologica ubicata in Via Settevene Palo, emerge uno stato di totale incuria del piazzale esterno, di “scaricatori abusivi ” e di un sospetto caso di inquinamento ambientale proveniente dai servizi igienici dei locali dell’impianto che sembrerebbero non collegati alla rete fognaria. Noi di Fratelli d’Italia Cerveteri LiberaMente – afferma il portavoce – con la presente invitiamo l’amministrazione attraverso l’assessore all’ambiente e il responsabile tecnico comunale ad un tempestivo intervento con carattere d’urgenza affinché si faccia chiarezza con quanto lamentato dai cittadini circa lo stato indecoroso in cui versa il piazzale dell’isola ecologica e soprattutto a verificare le condizioni igienico sanitarie della struttura che ospita gli uffici della ditta gestrice dell’appalto dei rifiuti con particolare riferimento agli scarichi dei reflui che come segnalateci sembrerebbero non allacciati ad un sistema di depurazione e trattamento finalizzato all’immissione degli stessi nella pubblica fognatura.
Certo è – continua Frittellini – che se dovessimo assistere alla “scoperta” dell’ennesimo scarico abusivo allora il Circolo Fratelli d’Italia Cerveteri non si limiterà più alla semplice segnalazione, ma si troverà costretto ad intervenire in difesa del territorio e dei cittadini, con procedure perseguibili legalmente fino ad arrivare all’individuazione dei diretti responsabili, circa il già conclamato inquinamento ambientale che ormai a Cerveteri sembra divenuto fatto di normale amministrazione. Infine vorremmo delle risposte dirette dal Vice Sindaco Giuseppe Zito, in qualità di Amministratore della città e soprattutto del suo ruolo di attivista dei verdi, lista con la quale è stato eletto alle scorse elezioni, da sempre baluardo ambientalista ma che sembra rimanere defilato circa le vicende riguardanti la mancanza del depuratore di Ceri, ebbene cosa sta facendo questa amministrazione in proposito e quali soluzioni sono state adottate affinché l’inquinamento ambientale che si sta perpretando abbia fine. Cerveteri e i cerveterani – conclude il portavoce di LiberaMente – non vogliono più ascoltare promesse elettorali non mantenute o rimandate, pretendono risposte concrete alle quali solo attraverso i fatti si può rispondere, ma non ci sembra che questa amministrazione sia in grado di fornirne.”