Elezioni Lazio, Parisi: “E’ tutta colpa di Pirozzi, senza di lui avremmo stravinto”

Stefano Parisi, candidato del centrodestra alla presidenza della Regione Lazio, è intervenuto ai microfoni della trasmissione “Ho scelto Cusano – Dentro la notizia”, condotta da Gianluca Fabi e Daniel Moretti su Radio Cusano Campus, emittente dell’Università Niccolò Cusano. Il candidato rappresentante del cartello di centro destra ha commentato a ruota libera i risultati scaturiti dalle urne: “La sconfitta è da attribuire assolutamente a Sergio Pirozzi –ha affermato Parisi-. Ovviamente se fossimo partiti un mese prima avremmo assorbito anche il problema creato da Pirozzi che probabilmente non si sarebbe candidato. Se non ci fosse stato Pirozzi avremmo stravinto. E’ stata una corsa bellissima perché in un mese abbiamo preso più di 1 milione di voti nonostante tutti dicessero che la distanza che avevamo da Zingaretti sembrava insormontabile. E’ stata una gara bellissima, sono molto contento e sono grato a tutte le persone che hanno lavorato, è stata una bella avventura”. A vincere, come noto, Nicola Zingaretti, presidente uscente, che ora dovrà formare una maggioranza forte in consiglio. “Penso che se ha vinto il centrosinistra debba governare il centrosinistra –ha affermato Parisi-. Si troverà un consenso in Consiglio regionale. Ma noi siamo contro qualsiasi tipo di confusione istituzionale. Noi abbiamo un programma totalmente alternativo a quello di Zingaretti, che tra l’altro si è molto spostato a sinistra facendo un accordo con LeU. Non vedo possibilità di contatto. Se poi Zingaretti dovesse decidere di mettere apposto i rifiuti, di fare la Roma-Latina, di cambiare completamente la politica sanitaria, allora potremmo ragionare. Ma certamente saremo all’opposizione in Consiglio”.