Roma, picchia e rapina una donna alla fermata del bus: arrestata transessuale

Roma – Con l’accusa di furto, è stata arrestata, dai Carabinieri della Stazione di Roma ToreTre Teste, una transessuale brasiliana di 31 anni, senza fissa dimora e con numerosi precedenti. L’accaduto è avvenuto nella mattina di mercoledì, in via Trani, nei pressi della fermata dell’autobus. La vittima, una 28enne del Marocco, regolare in Italia e residente in viale Palmiro Togliatti, ha riferito di essere stata picchiata e poi rapinata del cellulare perché si era rifiutata di consegnare i soldi che la trans le aveva chiesto. La donna, alle richieste insistenti e prepotenti di denaro, aveva anche cercato di allontanarsi ma è stata a quel punto spintonata e fatta cadere a terra, colpita violentemente con calci e pugni al volto e all’addome, e poi derubata dello smartphone.
Soccorsa e visitata presso il pronto soccorso dell’ospedale Vannini, la 28enne ha riportato diversi ematomi, un trauma facciale, uno addominale e uno cranico.
L’accurata descrizione del rapinatore e le immediate indagini hanno permesso ai Carabinieri di identificare la 31enne in poche ore all’interno di un condominio di via Ugento, dove aveva trovato riparo in uno scantinato occupato da connazionali. I Carabinieri hanno sottoposto a fermo la transessuale e dopo il riconoscimento da parte della vittima è stata condotta presso il carcere di Regina Coeli.