San Basilio, arrestati dalla Polizia 2 pusher in una ex fabbrica di penicillina in via TIburtina

0
74

Gli agenti del Commissariato di Polizia di San Basilio hanno arrestato due spacciatori stranieri che operavano nello stabile occupato dell’ex Penicillina in via Tiburtina 1040 e li hanno denunciati per ricettazione. M.S. e S.C.E., rispettivamente di 26 e 28 anni, avevano occupato una stanza al secondo piano dello stabile, con la porta costituita da una lamiera ondulata serrata da una catena con lucchetto, e lì ricevevano gli acquirenti. Il 28enne, data la prestanza fisica, aveva anche la funzione di guardia del corpo e recupero crediti, nei casi di mancato pagamento. Quando gli agenti sono entrati nella camera, i due hanno cercato di fuggire ma sono stati fermati. Durante la perquisizione sono stati trovate 16 dosi di cocaina, 300 grammi di marijuana, 4 bilancini elettronici di precisione con i piatti d’appoggio sporchi di cocaina, oltre a 80 euro, 41.500 franchi guineani e 20 naira nigeriani, tutti probabili proventi dell’attività di spaccio. Sul tavolo del salone, dentro una scatola di cartone, inoltre, gli agenti hanno rinvenuto circa 60 bustine di cellophane trasparente ed un rotolo di carta stagnola, usati per il confezionamento delle dosi, un’agendina rossa del 2018 con nomi e cifre, e un taglierino lungo 20 cm sporco di hashish. In vari luoghi del locale occupato dai due stranieri, inoltre, gli investigatori hanno scovato 26 cellulari privi di sim card, materiale informatico di vario genere, un telefono di M.S. e tre di S.C.E., utilizzati per il traffico di droga.