Roma – Piazza Farnese, cibi surgelati proposti come freschi: denunciato un ristoratore

Venerdì sera, i Carabinieri della Compagnia Roma Centro, coadiuvati dai colleghi dell’ 8° Reggimento “Lazio”, dai Carabinieri del Nucleo Antisofisticazione e Sanità e del Nucleo Ispettorato Lavoro di Roma hanno eseguito approfonditi controlli alle attività commerciali in zona piazza Farnese e aree limitrofe. Denunciato a piede libero il responsabile di un bar-ristorante ubicato in via di Tor Millina, per frode nell’esercizio del commercio, per aver posto in vendita al consumo, come piatti freschi, prodotti alimentari congelati o surgelati. I militari hanno sequestrato circa 1.000 confezioni di pizze surgelate, di primi e secondi piatti ed hanno proposto la sospensione dell’attività imprenditoriale. Dall’ispezione dei Carabinieri nel locale adibito alla preparazione dei pasti non sono stati trovati fornelli, per cui, i cibi surgelati venivano solamente riscaldati con forni a microonde.
I Carabinieri hanno anche sanzionato il titolare di un bar nei pressi di Palazzo Madama, per un totale di 2.500 euro per omesso rispetto dei requisiti d’igiene e di conservazione alimenti, e per la mancata tracciabilità di alimenti, sequestrando complessivamente circa 20 kg di prodotti alimentari.
Infine, sanzionata per 12.000 euro la responsabile di un bar in via delle Botteghe Oscure, per aver impiegato in nero tutti i 7 dipendenti presenti al momento della verifica, intimando la sospensione dell’ attività imprenditoriale in caso di mancata regolarizzazione.