Centro storico, Comitato Esquilino-Monti: Invasione di lavavetri ai semafori, serve ordinanza

"Ancora un appello alla sindaca raggi per mettere fine all’invasione di lavavetri agli incroci della città di roma, riceviamo continue segnalazioni che verifichiamo con puntualità ed impegno. A tal proposito vogliamo ricordare alcune postazioni di lavavetri che possiamo definire lavoratori dipendenti al semaforo visto la lunga permanenza agli incroci, come in viale Manzoni angolo via Principe Eugenio, al semaforo di Porta Maggiore lato Prenestina, alla tangenziale all’altezza della svolta sulla Roma-L’Aquila, via Casilina incrocio via del Torraccio di Torrenova. Qui in particolare risiedono molte persone che bivaccano dalla mattina alla sera. Queste sono alcune delle segnalazioni che debbono portare ad una ordinanza della sindaca Raggi". Lo dichiara in una nota il portavoce del movimento comitati cittadini Roma e Lazio, e presidente dello storico comitato difesa Esquilino-Monti, Augusto Caratelli
"Il movimento comitati cittadini Roma e Lazio – prosegue la nota – chiede di attuare un’ordinanza di un anno al fine di riportare legalità e serenità ai semafori e agli incroci. Se la sindaca non è in grado di intervenire sul territorio di Roma rassegni le dimissioni e lasci Roma a chi vuole dare una svolta storica alla ’Roma caput mundi’".