Nomentano, minacce e furti di merce alla proprietaria di un supermarket: tre arresti

Mercoledì sera, a seguito di una segnalazione al 112, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma hanno arrestato 3 donne, romene, di 24, 25 e 28 anni, nullafacenti e senza fissa dimora, con l’accusa di tentata estorsione aggravata in concorso, ai danni di una connazionale, proprietaria di un esercizio commerciale. La vittima, una cittadina romena di 33 anni, aveva acquistato da alcuni mesi un supermercato in zona circonvallazione Nomentana, ed era divenuta bersaglio delle ripetute minacce e appropriazioni di merce da parte delle tre connazionali, senza però denunciarle. Stufa delle continue vessazioni, la scorsa sera, quando si sono presentate nuovamente nel negozio, ha trovato il coraggio di chiamare il 112. In pochi minuti i militari hanno raggiunto l’indirizzo dell’esercizio commerciale e hanno bloccato le tre donne. Successivamente, in sede di denuncia, la vittima ha raccontato ai militari quello che aveva subito anche nei mesi scorsi. Le 3 donne dopo l’arresto sono state trattenute in caserma, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in attesa del rito direttissimo.