Estate sicura, controllati quasi 300mila veicoli: sequestrati 1,3 chili di droga

0
15

Nel periodo estivo si acuisce il fenomeno, che desta un forte allarme sociale, dei furti in appartamento, specie nelle grandi città che si spopolano, e si ripropone l´esigenza di una forte azione di contrasto ai reati predatori, intensificando i servizi di prevenzione e repressione. Per fronteggiare il fenomeno ed attuare una forte azione di contrasto, per tutto il periodo estivo la Polizia di Stato ha pianificato l’operazione ad alto impatto "Estate sicura", coordinata dal Servizio Controllo del Territorio della Direzione Centrale Anticrimine. Dal 4 al 6 settembre si è svolta la quinta fase dell’operazione – che aveva avuto avvio dal 2 luglio – completando così il calendario che ha riguardato, in più fasi, a scacchiera, tutte le città del territorio italiano, interessando, da ultimo, Alessandria, Ascoli Piceno, Belluno, Firenze, Grosseto. Lecco, Matera, Nuoro, Palermo, Parma, Pesaro Urbino, Pescara, Piacenza, Pordenone, Ravenna, Rieti, Savona, Trapani, Verbania, Vicenza. "Estate Sicura" ha visto, nella fase di pianificazione ed individuazione degli obiettivi, il concorso delle Squadre Mobili e, nella fase esecutiva, quello di tutte le componenti dedicate al controllo del territorio (Volanti e Reparti Prevenzione Crimine), nonché della Polizia Scientifica per la rilevazione di impronte digitali o biologiche. Complessivamente, per l’attuazione dell´operazione "Estate sicura", per la quale, oltre al capitale umano, è stata data particolare preminenza all’impiego di moderne tecnologie, sono stati messi in campo 4.186 equipaggi, pari a 9.765 dipendenti, ottenendo i seguenti risultati:
Veicoli controllati: 293.186
– di cui con lettura targhe automatizzata 264.618
Persone controllate: 46.485
– di cui con precedenti di polizia 9.677
Persone arrestate: 81
Persone denunciate: 340
Veicoli sequestrati: 262
Veicoli contravvenzionati: 1.997
Stupefacenti sequestrati 13.442 grammi.
L’impatto dell’operazione su tutto il territorio nazionale ha fatto sì che il confronto dei dati statistici del numero dei furti in abitazione, denunciati nel periodo luglio/agosto 2017 e 2018, consente di rilevare una flessione di tale reato del 13 %.