Usa, disoccupazione ai minimi storici negli ultimi cinquant’anni

Disoccupazione a minimi record negli Usa. I sussidi, principale termometro del mercato del lavoro statunitense, sono scesi ai minimi da 50 anni . Le richieste sono continuate a scendere e nella settimana che si è conclusa il 15 settembre sono state 201.000, con un calo a sorpresa di 3.000. Gli analisti si aspettavano al contrario di risalire a quota 209.000. I dati più interessanti dal punto di vista politico vengono dal comparto manifatturiero ed edilizio negli stati della “Rust Belt”, cioè la regione industriale degli Stati Uniti che nel 2016 era risultata decisiva per la vittoria di Donald nelle presidenziali. Solo a marzo in Wisconsin si è registrato un +1.9% nelle costruzioni e +0.4% nel campo manifatturiero; in Ohio +0.6 e +0.2%; in Iowa +1.8% e + 0.1%. L’atteso rilancio del settore minerario tarda ad arrivare, ma l’industra sembra in ripresa. L’unico problema resta che i salari non stanno crescendo altrettanto rapidamente, nonostante la l’aumento dell’occupazione dovrebbe creare una crescita della domanda di lavoro rispetto all’offerta.