Rifiuti, nessun commissariamento nel Lazio

Regione: positivo faccia a faccia tra Zingaretti e il ministro Costa

Sul tema dei rifiuti a Roma e nel Lazio il presidente Nicola Zingaretti incassa il placet del ministro all’ambiente Sergio Costa, infatti è stato lo stesso ministro a definire il clima dell’incontro “Molto cordiale”. Per Colleferro, riferisce cinque quotidiano, il ministro Costa ha giudicato molto favorevolmente l’ipotesi che supera il concetto di incenerimento, “Una cosa – ha aggiunto – che non gradisco come ministro. Su questo ci siamo avvicinati molto e questo significa trovare soluzioni condivise. Il percorso si sta sempre più avvicinando. Ora – ha sottolineato il ministro – continuiamo a incontrarci, è giusto che si facciano percorsi amministrativi che incomincino materialmente a rinsaldare il cammino” perché “vogliamo arrivare a un momento in cui si definisca l’uscita dalla situazione di sofferenza del Lazio e in particolare di Roma, ma anche sviluppare una cosa che mi sta a cuore: superare il sistema di incenerimento verso lo sviluppo pieno dell’economia circolare”. In particolare, ha aggiunto Costa, “Troviamo nella Regione Lazio tutto il desiderio e la progettazione di questa linea, e questo ci conforta. Siamo tutti e tre insieme, il governatore, il sindaco della città e della Città metropolitana e anche io”.  In questo clima Costa ha confermato che non c’è nessuna intenzione di proporre alcun commissariamento, perché “ogni commissariamento è un fallimento di qualcosa e qualcuno. Qui invece le istituzioni nella loro pienezza di poteri e responsabilità devono fare il proprio, come Regione, come Città Metropolitana, come Campidoglio”. Nicola Zingaretti ha illustrato al ministro “un’ipotesi di soluzione che giudichiamo molto positiva e innovativa anche per affrontare il tema di Roma che si basa sull’opzione di superare la scelta della termovalorizzazione nell’area di Colleferro”. Si tratterebbe di un impianto moderno che trattando e rimettendo nel sistema i materiali provenienti dai tmb abbassa notevolmente la quantità di conferimento per cui il rifiuto diventa non un costo ma una risorsa da rimettere nel circolo. “È una soluzione molto innovativa – ha aggiunto Zingaretti – che noi crediamo, una volta a compimento, possa essere anche risolutiva per un punto di equilibrio del sistema regionale del Lazio in chiave molto moderna e che supera un modo vecchio di gestire il ciclo dei rifiuti”.