Al via il progetto lettura “Io Leggo Perché” al Comprensivo Ladispoli 1

Riceviamo e pubblichiamo: “Anche quest’anno la nostra scuola, grazie al Progetto Lettura, da anni coordinato dall’Insegnante Emanuela Coltellacci, partecipa alle iniziative #Io leggo perché, dal 20 al 28 ottobre e “Libriamoci” dal 22 al 27ottobre. Le attività avviate in questo mese, verranno portate avanti per tutto l’anno scolastico , per concludersi poi con la manifestazione del “Maggio dei Libri” e la mostra finale, all’interno della quale verranno convogliati tutti i percorsi attivati dai vari progetti. Organizzata dall’Aie (Associazione italiana editori), con l’obiettivo di rinforzare le biblioteche scolastiche di tutto il Paese, la prima iniziativa, gode del patrocinio del ministero dei Beni culturali e, nei periodi suindicati, qui da noi, a Ladispoli, si potrà prenotare una visita alla libreria Scritti e Manoscritti, che si è gemellata con il nostro Istituto, dove, per ogni libro acquistato, ne verrà donato uno alla nostra biblioteca scolastica. Inoltre, in ogni classe, si è proposto un percorso in cui la lettura a voce alta e l’interpretazione delle illustrazioni saranno un libero viaggio tra parole e immagini del testo scelto e gli alunni saranno condotti all’interno di ogni libro in cui ogni pagina, diventerà scenario dove poter diventare protagonista e spettatore al tempo stesso. L’intento è ovviamente quello di incoraggiare e sostenere la lettura e il gusto della narrazione, creare un clima di complicità fra chi legge e chi ascolta e sollecitare una partecipazione alla voce dell’autore attraverso la mediazione del lettore. Durante la manifestazione “Libriamoci” si sono organizzate infatti giornate di lettura durante le quali, ciascuna classe, aderente all’iniziativa, potrà sperimentare la lettura a voce alta di una Favola, di una fiaba o di un racconto a scelta, attivando percorsi e promuovendo momenti di mediazione didattica attraverso scambi di docenti e tra i vari ordini di scuola. Lettori d’eccezione: alunni, docenti, genitori e nonni ! Scriveva il famoso scrittore Jorge Luis Borges; “Mi sono sempre immaginato il paradiso come una biblioteca”, ma purtroppo la realtà è ben diversa, e nel nostro Paese, i lettori sembrano essere sempre di meno. Ecco perché nella nostra Scuola, il Progetto Lettura è di tutti e si parla di una lettura che superi l’ambito linguistico per connotarsi come un obiettivo più ampio di formazione della persona; si parla di curiosità alla lettura e di passaggio da una concezione della lettura come dovere scolastico ad una lettura come attività libera e capace di porre il soggetto in relazione con se stesso e con gli altri e, ancora, di valenza affettivo-relazionale e sociale della lettura.Il progetto, in questo modo rientra in quella pedagogia che da anni, nel nostro Istituto, si intende portare avanti, vale a dire favorire la fruizione ed il rapporto tra i cittadini piccoli e grandi e abituarli così ad accedere ai beni culturali del proprio territorio, quali la Biblioteca, il Teatro, il cinema, i musei, i siti archeologici. Perché sotto i panni dello scolaro o dello studente dovremmo riuscire a vedere il personaggio più importante: cioè il giovane uomo che impara a vivere!” Marianna Miceli (Docente dell’Istituto)