Violenta perturbazione investe l’Italia. Marcato rischio idrogeologico

Una poderosa perturbazione atlantica preceduta da intense correnti sciroccali e seguita da impetuosi venti occidentali oceanici sta per colpire le nostre regioni con eclatanti effetti. Nel corso delle prossime ore, si legge su ilmeteo.it, assisteremo ad una escalation di fenomeni violenti in particolare sulle regioni settentrionali, ma neppure le regioni centrali tirreniche, la Sicilia e la Calabria ne saranno completamente escluse. Le piogge più abbondanti cadranno dal pomeriggio -sera di sabato e nella notte sulla Liguria, sul Piemonte e su tutte le Alpi, sul Triveneto, consistenti fino a 150 litri per metro quadro in poche ore, e la neve cadrà a quote molto alte, ancora intorno ai 2000m. Ne conseguiranno criticità idrogeologiche in molte zone del Piemonte, della Lombardia, del Trentino meridionale, del bellunese e vicentino e del Friuli. Altri temporali colpiranno la Toscana, il Lazio e Roma, la Campania, la Sicilia e la Calabria.