“Il Comune ci ha presi in giro”. Lo sfogo di una mamma per la situazione dei bambini del Quartaccio

‘Ci era stato detto che il primo ottobre i nostri figli                      sarebbero stati spostati in via Consalvi: era una bugia’

Cerveteri, situazione ancora caotica nelle scuole. Le mamme tornano a protestare per una vicenda paradossale degli alunni. “I bambini destinati al plesso del Quartaccio, nonostante le promesse del Comune, sono ancora lì. Ci era stato detto che entro il 1 ottobre la nostra destinazione sarebbe stata via Consalvi e dopo essere stata tacciata per una persona che non voleva capire e che non aveva fiducia nelle istituzioni, mi ritrovo oggi a dover dire che noi genitori ci avevamo visto lungo e che a differenza di quello che volevano far credere, la situazione era abbastanza palese già dal 15 settembre. Non si governa in questo modo, non si prendono in giro le persone trattandole sempre da ignoranti. Non serviva, nè essere un politico, nè avere una laurea per capire che tutto ciò che ci stavano dicendo era solo un tentativo estremo di mettere una toppa. Il 15 settembre ho deciso insieme a molti genitori di combattere da subito e di non credere nemmeno per un secondo a cosa ci stavano raccontando. Avevamo ragione noi. Scusate lo sfogo ma era bene far sapere a tutti la verità e dirvi che dopo i primi proclami da parte del sindaco e dopo i vani tentativi da parte dell’assessore Francesca Cennerilli di far credere che la situazione era sotto controllo noi non abbiamo avuto più notizie in merito”.