Gran Bretagna, sulla Brexit nuovo duro colpo al governo di Theresa May

Il governo britannico ha pubblicato integralmente il parere legale del procuratore generale Geoffrey Cox sull’accordo raggiunto con Bruxelles per l’uscita dalla Ue. Il documento mette in guardia l’esecutivo dal rischio che il controverso ‘backstop’ potrebbe “durare indefinitamente” fino a quando non ci sarà un nuovo accordo sulle future relazioni tra Regno Unito e Ue. Il backstop, la clausola di salvaguardia introdotta per evitare il ritorno a un confine fisico tra Repubblica d’Irlanda e Irlanda del Nord, prevede il mantenimento dell’unione doganale tra Regno Unito e Unione europea. Il documento firmato dal procuratore generale Cox sottolinea anche il rischio che il Regno Unito possa rimanere coinvolto in “protratti e ripetuti negoziati” con la Ue, nel caso tentasse di svincolarsi dal backstop. “Nonostante nel protocollo si dichiari che (il backstop, ndr) non è permanente, e la chiara intenzione delle parti è che debba essere rimpiazzato da un accordo alternativo e permanente, in base al diritto internazionale il protocollo durerebbe all’infinito fino a quando non venisse superato da un nuovo accordo”. In breve, afferma Cox, il backstop proseguirebbe “anche nel caso i negoziati dovessero chiaramente interrompersi”.