La Sindaca Raggi e i danni dopo la partita Lazio-Eintracht: incontro con il Prefetto Basilone

Valutare e quantificare i danni in città fatti dagli ultras dell’Eintracht venuti a Roma per la partita contro la S.S.Lazio. La sindaca di Roma Virginia Raggi, secondo quanto si apprende, ha chiamato il prefetto Paola Basilone per chiederle un incontro sul tema. Proprio ieri sera la sindaca aveva condannato gli episodi avvenuti nella Capitale sottolineando che a Roma “gli hooligan non li vogliamo più. I tifosi li vogliamo, le bestie no”. Sono stati invece 14 i tifosi dell’Eintracht sottoposti a Daspo del Questore con divieto di accedere a impianti sportivi per cinque anni. Si tratta di supporters della squadra tedesca che sono stati denunciati o arrestati dalla polizia. Il questore Guido Marino ha precisato che le forze dell’ordine hanno gestito una presenza di oltre 10mila tifosi della squadra ospite impedendo che le opposte tifoserie venissero a contatto e senza che fosse registrato alcun ferito da parte delle Forze dell’ordine” smentendo chi ha parlato di ‘Roma sotto assedio’, ‘violenze’ e ‘saccheggi’. Un supporter sarebbe rimasto lievemente ferito a seguito delle tensioni con le forze dell’ordine nate dopo che un gruppo di circa 2-300 tifosi dell’Eintracht aveva tentato di andare verso ponte Duca d’Aosta. Il gruppo di tifosi, che si era staccato dal punto di raccolta a Villa Borghese per dirigersi verso lo stadio, era scortato dalle forze dell’ordine che per impedire che entrassero in contratto con i laziali ha fatto una carica di alleggerimento. Dopo essersi staccati dal punto di raccolta i circa 300 tifosi hanno sfilato per le vie del centro vestiti di nero, in silenzio. Hanno lanciato petardi e poi hanno bivaccato a Piazza del Popolo dove hanno lasciato un manto di rifiuti e residui di bottiglie.