A Ciampino il triste ritorno in Italia di Antonio Megalizzi. Ad accoglierlo il Capo dello Stato, Mattarella

 

Il Capo dello Stato Sergio Mattarella ha accolto all’aeroporto di Ciampino la salma del reporter ventinovenne Antonio Megalizzi. Il nostro connazionale che è tra le cinque vittime della strage di Strasburgo dell’11 dicembre quando il terrorista dell’Isis Cherif Chekatt – poi ucciso dalla polizia francese – ha fatto fuoco seminando morte e terrore al mercatino di Natale. A ricevere il feretro, avvolto dal tricolore e riportato in Italia da un volo di Stato partito da Strasburgo sul quale hanno viaggiato anche Domenico Megalizzi, padre del giovane, e Luana Moresco, la sua fidanzata – accorsi a Strasburgo al capezzale di Antonio – c’erano anche il ministro per i Rapporti con il Parlamento Riccardo Fraccaro e il presidente della Provincia di Trento Maurizio Fugatti. La salma è stata immediatamente portata al Policlinico Agostino Gemelli, dove su disposizione della Procura di Roma, si sono svolti degli esami strumentali. Va detto che sulla morte del giovane è stato aperto un fascicolo con l’ipotesi di reato di omicidio con finalità di terrorismo.